Elezioni e Referendum

Una mano che inserisce la scheda elettorale nell'urna

Consultazioni elettorali del 20 e 21 settembre 2020

Diritto al voto domiciliare per alcune categorie di elettori affetti da gravissime infermità

Possono fare richiesta di voto domiciliare gli elettori affetti da gravissime infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedire l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano, nonché gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi di trasporto pubblico che i Comuni organizzano in occasione di consultazioni per facilitare agli elettori disabili il raggiungimento dei seggi elettorali.

La dichiarazione, in carta libera, dovrà riportare oltre alla volontà di esprimere il voto a domicilio, l’indirizzo completo dell’abitazione in cui l’elettore dimora e, possibilmente, un recapito telefonico. La dichiarazione dovrà essere corredata da certificazione sanitaria rilasciata dal funzionario medico designato dai competenti organi dell’Azienda sanitaria locale.

Elezioni comunali del 20 e 21 settembre 2020

I cittadini appartenenti a uno Stato dell'Unione europea possono votare per l'elezione del Sindaco e del Consiglio comunale del Comune di residenza anagrafica presentando domanda di iscrizione nella liste elettorali aggiunte.

Referendum costituzionale del 20 e 21 settembre 2020


Gli elettori italiani temporaneamente all'estero, nonché i familiari loro conviventi, possono esercitare il diritto di voto per corrispondenza nella circoscrizione Estero.
L'opzione di voto deve essere trasmessa al Comune entro il 19 agosto 2020.