Il Consiglio comunale dei Ragazzi

L’attivazione, nella Città di Aosta, del “Consiglio comunale dei Ragazzi” coinvolge le Istituzioni scolastiche “Saint-Roch”, “San Francesco”, “Eugenia Martinet” e “Luigi Einaudi”. In particolare, ad essere protagoniste dell’iniziativa sono quattro classi seconde delle scuole secondarie di primo grado di Piazza San Francesco, “Saint-Roch”, “Einaudi” e “Cerlogne”, per un totale di circa novanta alunni.

 
La volontà di creare un Consiglio comunale composto da ragazzi, funzionante secondo le stesse procedure di quello reale ed eletto con modalità analoghe, risponde al perseguire molteplici obiettivi, tutti legati al vedere nel progetto soprattutto un’opportunità. Anzitutto, per i ragazzi, considerato come verranno confrontati ad un’esperienza formativa innovativa, ma anche per gli adulti e per gli amministratori, poiché le giovani generazioni, e la loro sensibilità, rappresentano l’avvenire di questa città.
 
Il progetto è stato presentato dal Presidente del Consiglio Renato Favre e dai Vicepresidenti Patrizia Carradore e Mario Vietti nel corso di una conferenza stampa, tenutasi nell’aula del Consiglio comunale giovedì 12 marzo. All’incontro erano presenti anche alcuni degli insegnanti che affiancheranno gli alunni durante il percorso che dovrebbe condurre, entro la conclusione di questa legislatura, all’elezione del Consiglio dei ragazzi, nonché i dirigenti scolastici delle Istituzioni coinvolte.
 
Il progetto, che si svilupperà secondo step elaborati inizialmente dagli insegnanti e concordati con l’Ufficio di Presidenza del Consiglio, mira a favorire la presa di coscienza dei giovani rispetto alle Istituzioni, al loro ruolo e, di conseguenza, al territorio e alla realtà in cui, ogni giorno, vivono e lavorano.
 
Le attività del Progetto: