Quercia

Quercia

 

                                                                                                                Indietro

  

Quercia palustre in via TorinoLe querce sono piante note per diversi motivi, primo fra tutti la loro imponenza, bellezza e longevità.
Di querce in natura ne esistono diverse specie, la più comune in Italia e anche in Valle d'Aosta è la roverella (quercus pubescens), che si può ammirare, tra l'altro, nei boschi della Riserva Naturale Tzatelet.
Le querce sono molto rinomate per la qualità del legno, utilizzato per mobili massicci, parquet, rivestimenti, serramenti, scale e botti per l'invecchiamento di vini e liquori (barrique).

Querce da sughero al parco Fontaine Saint-OursIn città le querce si possono ammirare in particolare:

  • in via Piccolo San Bernardo (porzione ovest), dov'è presente un filare di querce rosse americane (quercus rubra)
  • in via Torino, nei pressi della rotatoria, dove crescono due esemplari di quercia palustre (quercus palustris)
  • alla rotatoria di via Roma, dove sono stati recentemente piantati diversi esemplari di quercia palustre (quercus palustris)
  • al parco Fontaine Saint-Ours, dove sono presenti, nella zona mediterranea, alcuni esemplari di quercia da sughero (quercus suber) e di leccio (quercus ilex), mentre nella zona ovest vi sono una decina di alberi di rovere (quercus petraea)