Platano

 

Platano

 

                                                                                                                Indietro

 

Platano dell'Arco d'Augusto in versione autunnaleFacilmente riconoscibile dalla corteccia maculata marrone chiaro e color crema che si distacca in grandi piastre, il platano può raggiungere dimensioni notevoli (in condizioni ambientali favorevoli anche 30 metri di altezza). È il tipico albero utilizzato nei grandi viali alberati o nelle piazze delle cittadine francesi, ma è originario dei Balcani e dell'Asia occidentale, fino all'Himalaya.

Il platano, in questi ultimi decenni, è stato vittima di una patologia denominata cancro colorato del platano, che porta al disseccamento della chioma e al distacco della corteccia. In Valle d'Aosta tale patologia, fortunatamente, non si è ancora manifestata.Platani ai giardini di via Monte Solarolo

Ad Aosta, il platano è presente, in particolare, lungo uno dei viali alberati più sontuosi della città, la parte ovest di corso Saint Martin de Corléans; è presente inoltre nel viale alberato di via Monte Cervino.
Alcuni esemplari di grandi dimensioni si possono osservare ai giardini di via Monte Solarolo, in piazza Battaglione Cervino, al Parco Giochi del Quartiere Cogne e a quello del Quartiere Dora, mentre esemplari più giovani sono presenti negli stessi giardini di via Monte Solarolo, nelle aree verdi del parcheggio del cimitero comunale ed al Parco Fontaine Saint-Ours.
Corteccia del platano


Sono da segnalare, inoltre, due maestosi esemplari che si trovano in piazza Arco d'Augusto, probabilmente ultimi baluardi di un antico filare. Oggi sono entrambi classificati come piante monumentali, vista l'età (maggiore di 200 anni), le dimensioni (altezze oltre i 20 metri, diametri oltre il metro) e la posizione (in centro storico).