La rotatoria Saumont

 

La rotatoria Saumont

 

                                                                                                                Indietro

 

Si tratta di una rotatoria di piccole dimensioni, ma interessante in quanto dimostra l'importanza dell'arredo verde anche in spazi ridotti. Inoltre è posta all'ingresso principale del parco Saumont, pertanto costituisce il biglietto da visita del parco stesso. Proprio per quest'ultimo motivo si è scelto un arredo arboreo ed arbustivo che richiamasse la sistemazione a verde del parco. Si è pertanto optato per un boschetto di betulle (betula alba) posto centralmente alla rotatoria, circondato da piante basse appartenenti a due specie: stipa pennata e heuchera sanguinea.

La stipa pennata, il cui nome comune è lino delle fate, è un'erbacea perenne appartenente alla famiglia delle graminacee. Si caratterizza per l’infiorescenza formata da lunghe ariste piumose dense di peli candidi, oscillanti al vento provocando un caratteristico effetto. Il periodo di fioritura è molto lungo (maggio - agosto).
Questa graminacea di origine steppica, in natura, la si ritrova prevalentemente su pendii soleggiati, aridi e sassosi e su terreni calcarei. In Valle d'Aosta è possibile trovarla nella valle centrale sui versanti esposti a sud (il cosiddetto adret), associata ad una pianta mediterranea come il timo (thymus vulgaris).

L'euchera (heuchera sanguinea) è una pianta erbacea perenne, rizomatosa. I fiori, molto piccoli, simili a campanelle, sono riuniti in pannocchie su lunghi steli, di differenti colori che variano dal bianco, al rosa fino a varie tonalità di rosso. Ma è il fogliame che si caratterizza per la sua bellezza, variando le colorazioni da varie tonalità di verde a diverse tonalità di rosso. Le foglie riunite a formare una rosetta, molto simili a quelle dei gerani, essendo sempreverdi sono decorative tutto l'anno. Questa pianta è molto utilizza nei giardini rocciosi, nelle bordure oppure in vaso.

Completano la sistemazione della rotatoria alcuni massi di pietra locale e una pacciamatura con torba nera che consente di mantenere il terreno privo di erbacce e costantemente umido, oltre che garantire un effetto estetico ottimale, grazie al contrasto di colori tra la vegetazione e il fondo.