La rotatoria rossa

La Rotatoria Rossa

 
                                                                                                                    Indietro

Rotatoria vista da sudQuesta rotatoria è situata alla confluenza di via Monte Grivola, via Saint-Martin de Corléans, via delle Regioni e via Capitano Chamonin, zona nord-ovest della città.
Il nome di questa rotonda deriva dal fatto che è stato scelto un tipo di arredo di piante che, in prevalenza, presenta foglie e fiori di colore rosso, nelle sue varie tonalità.Rotatoria vista da ovest





A questo proposito, la pianta simbolo di questa rotatoria, posta proprio nel mezzo della stessa, è un faggio rosso (fagus sylvatica purpurea), noto per le sue foglie rosso ambrato persistenti sulla pianta da aprile ad ottobre.




Altre piante presenti nelle aiuole della rotatoria che presentano colorazioni porpora sono l'azalea (azalea japonica), sempreverde tipico nel nord Italia soprattutto delle rive dei grandi laghi, due specie differenti di crespini (il berberis candidula nana e il berberis thunbergii atropurpurea) che oltre alle foglie rosse presentano le bacche dello stesso colore, il caratteristico melo cotogno da fiore (chaenomeles japonica), la stupenda weigelia (weigelia florida), il ciliegio da fiore colonnare (prunus serrulata amanogawa) e infine diverse rose rosso vermiglio a cespuglio (rosa La Sevillana®).

Inoltre, anche la fioritura con fiori annuali presenta tonalità porpora grazie, in particolare, all'uso di petunia (petunia rambly), begonia (begonia Dragon Wing) e viole del pensiero (viola hybrida).

 Aiuola fiorita in un satellite della rotonda
L'arredo verde della rotatoria è completato con tappeto erboso, arbusti di lillà (syringa vulgaris), di profumatissimi osmantus (osmanthus fortunei) e di ibisco (hibiscus syriacus).

Spiccano anche alcuni alberi, in particolare alcuni pini neri d'Austria (pinus nigra) e maggiociondoli (laburnum anagyroides).