Cipresso calvo

 

 

                                                                                                      Indietro

 

Il cipresso calvo o delle paludi (Taxodium distichum) è una conifera originaria degli Stati Uniti sud occidentali e del golfo del Messico, introdotta in Europa nel XVII secolo. Si tratta di un albero maestoso, che da adulto può raggiugere i 40 metri di altezza e i 1000 anni di età.

D'inverno è facilmente riconoscibile perché perde gli aghi (assumendo un bel colore prima dorato, poi rossiccio) come poche altre conifere, tra cui il larice. La chioma, in giovane età, è fortemente piramidale.

La particolarità di questi alberi è che crescono ottimamente lungo corsi d'acqua e zone paludose, dove le radici producono particolari conformazioni legnose che si elevano dal terreno, dette pneumatofori, per poter respirare in condizioni di terreno sommerso dall’acqua. In esemplari molto vecchi, questi pneumatofori sembrano delle vere e proprie sculture viventi.

In città il cipresso calvo è presente al parco Fontaine Saint-Ours, dove si possono ammirare 7 esemplari (di cui 2 penduli).
Al parco Fontaine Saint-Ours sono coltivati attorno allo stagno e, data la giovane età (15 anni circa i più vecchi), non presentano pneumatofori.

Nel corso dell'autunno 2010 sono stati piantumati tre cipressi calvi anche attorno ai laghetti del parco Saumont.