La nuova Carta di IdentitÓ Elettronica

                                     

 

DAL 10 AGOSTO LA NUOVA CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA

La carta d’identità è il documento principale per l’identificazione dei cittadini e documento utile per viaggiare in Europa e nei Paesi con cui lo Stato Italiano ha firmato specifici accordi.

Con decreto legge n. 78 del 2015 è stata introdotta la nuova carta d’identità elettronica con funzioni di identificazione del cittadino.

Ad agosto Aosta sarà tra i primi Comuni in Italia, scelti dal Ministero dell’Interno, ad avviare il rilascio della nuova Carta d’Identità Elettronica.

Qualche informazione di dettaglio sulla nuova CIE:

1) La nuova CIE potrà essere rilasciata a tutti i cittadini residenti ad Aosta e a quelli meramente dimoranti in Italia, previo nulla osta del Comune di residenza. Il cittadino dovrà presentarsi munito di una fototessera recente e della carta di identità da rinnovare o con la denuncia di furto/smarrimento;

2) E’ importante che i cittadini verifichino, con congruo anticipo, la validità del documento in essere, il cui rinnovo potrà essere chiesto fino a 180 giorni prima della scadenza, considerato che il rilascio non sarà più immediato e che la consegna avverrà a cura del Poligrafico-Zecca dello Stato;

3) Il Comune non stamperà più la CIE, che sarà invece assemblata a Roma presso il Poligrafico-Zecca dello Stato (IPZS), e recapitata, entro sei giorni lavorativi, all’indirizzo indicato dal cittadino;

4) Per un più veloce riconoscimento, sarà chiesto agli utenti di presentare anche la tessera sanitaria, in quanto gli strumenti forniti dal Ministero sono in grado di leggerne il codice a barre, rintracciando così più velocemente l’interessato negli archivi centralizzati;

5) L’importo da corrispondere per il rilascio della CIE è pari a 22,00 euro, di cui 16,79 euro stabiliti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con decreto 25 maggio 2016. Va detto che tale importo è corrisposto al Comune, ma successivamente versato allo Stato per sostenere i costi del progetto. I rimanenti 5,21 euro sono “diritti fissi e di segreteria”;

6) La nuova CIE sarà dotata di una sofisticata architettura di sicurezza, identica a quella già in uso per il passaporto elettronico, con lettura a contatto (RFID). Sarà inoltre dotata di un codice a barre come quello presente sulla tessera sanitaria per consentire un rapido riconoscimento. La foto sarà stampata dall’IPZS in bianco e nero e tutto il supporto sarà predisposto con materiali e tecniche di stampa che ne impediscano la falsificazione;

7) E’ prevista, inoltre, l’acquisizione delle impronte digitali, che saranno archiviate esclusivamente sul supporto della CIE e non in una banca dati nazionale. Le impronte saranno leggibili solo da parte degli organi di Polizia;

8) Il Comune trasmetterà la richiesta del cittadino al Centro Nazionale dei Servizi Demografici previa acquisizione di foto, firma e impronte digitali (dati obbligatori);

9) Per il cittadino sarà sempre possibile dichiarare la propria volontà in ordine alla donazione post-mortem di organi e tessuti. Tale dichiarazione verrà inviata dal Ministero dell’Interno al Centro Nazionale Trapianti contestualmente alla richiesta della CIE.

10) La complessa fase di avviamento tecnologico e messa a punto delle nuove CIE avverrà nel periodo dal 25 luglio al 9 agosto 2016, con il conseguente passaggio sperimentale (switch-off) dal collegamento attuale, che permette il rilascio della CIE in tempo reale, al nuovo sistema di emissione.

  

APPROFONDIMENTI

  

Maggiori informazioni sui siti: Aosta Informa e Servizi Demografici del Ministero dell'Interno