Casa

 

UFFICIO CASA

Via A. Chanoux nr. 2/4 - Edificio "Ex Magazzini Bianchi"
Tel. 0165/300200

e-mail: casa@comune.aosta.it

Assessore competente: Dott. Marco Sorbara

Orario di ricevimento: Martedì dalle ore 9 alle ore 11 oppure su appuntamento (contattare direttamente gli uffici)

 

Orario di apertura al pubblico dell'ufficio casa
dal lunedì al giovedì dalle ore 9 alle ore 12  

Per particolari esigenze è possibile fissare appuntamento specifico.

 

PRINCIPALI ATTIVITA’ SVOLTE DALL’UFFICIO CASA:

 

 

  1. A) EMERGENZA ABITATIVA
  2. Normativa di riferimento: L.R. 3/2013 e succ. modif. e int. e DGR nr. 349/2017 (reperibili e scaricabili dal sito dell’Amministrazione regionale)
  3.  

La Regione riconosce, su segnalazione del comune competente, la condizione di emergenza abitativa dei residenti in Valle d’Aosta da almeno 24 mesi, in presenza di situazione alloggiativa precaria quando deriva da:

  • disagio sociale o sanitario
  • procedimenti di rilascio forzoso dell’abitazione coinvolgenti nuclei familiari economicamente e socialmente deboli
  • Gli interessati dovranno presentare la domanda nei Comuni di residenza.

L’ufficio casa provvede alla raccolta delle domande (fornendo supporto alla compilazione), all’istruttoria e all’invio delle stesse alla struttura regionale competente in materia di edilizia residenziale pubblica.

La struttura regionale sottopone alla Commissione regionale per le Politiche Abitative (si riunisce con cadenza mensile) la domanda completa ai fini della valutazione di ammissibilità e dell’attribuzione del relativo punteggio per l’inserimento nella graduatoria territoriale di emergenza abitativa.

La modulistica dovrà essere ritirata direttamente presso l'ufficio casa  negli orari di apertura al pubblico o in altro orario concordato con l’ufficio.

 

  1. B) FONDO COMUNALE SFRATTATI
  2. Normativa di riferimento: Regolamento comunale approvato con deliberazione di Consiglio comunale 185/2006 modificato con successiva deliberazione di Consiglio comunale nr. 25/2008.
  3.  

Hanno diritto all’erogazione del contributo i nuclei residenti nel Comune di Aosta, non titolari di diritto di proprietà – usufrutto uso e abitazione – che soddisfano i parametri di reddito per la permanenza negli alloggi di edilizia residenziale pubblica (erp) e rientranti nelle sottoindicate categorie:

  • nuclei in situazioni di sfratto per finita locazione e similari
  • nuclei in situazione di emergenza abitativa
  • nuclei interessati da sfratto per  morosità

 

 Il contributo avrà una durata di 24 mesi (anche non continuativi). Alla fine del periodo di fruizione l’utente non potrà più accedervi per un periodo di 5 anni dall’ultima erogazione.

L’interessato dovrà reperire a sua cura e spese una sistemazione abitativa (alloggio, camera in residence, campeggio…). Il contributo verrà erogato a seguito della presentazione della documentazione attestante la registrazione del contratto (se trattasi di alloggio) e l’avvenuto pagamento del canone di locazione della sistemazione abitativa reperita.

L’importo massimo erogabile è pari a euro 280,00 mensili per nucleo familiare, parametrato al reddito complessivo del nucleo.

L’ufficio casa provvede alla raccolta delle domande (fornendo supporto alla compilazione), all’istruttoria e alla valutazione finale delle stesse.

La modulistica dovrà essere ritirata direttamente presso l'ufficio casa negli orari di apertura al pubblico o in altro orario concordato con l’ufficio.

 

C) ELABORAZIONE E AGGIORNAMENTO DELLA GRADUATORIA FINALIZZATA ALL’ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E DELL’ALIQUOTA DI RISERVA DA DESTINARE AI PROFUGHI NELL’AMBITO TERRITORIALE DEL COMUNE DI AOSTA

Normativa di riferimento: L.R. 3/2013 e succ. modif. e int.

I concorrenti all’assegnazione devono possedere i seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana  o permesso di soggiorno
  • Residenza nella regione Valle d'Aosta da almeno 24 mesi consecutivi
  • Residenza anagrafica nel Comune  di Aosta non inferiore a 24 mesi consecutivi o attività lavorativa nel Comune per un periodo non inferiore a 4 anni
  • Non essere titolari di diritti di proprietà, usufrutto, uso e/o abitazione
  • Ise non superiore ai limiti richiesti

 

La modulistica dovrà essere ritirata direttamente presso gli uffici negli orari di apertura al pubblico o in altro orario concordato con l’ufficio.

L’ufficio casa provvede alla raccolta delle domande (fornendo supporto alla compilazione), all’istruttoria e alla redazione della relativa graduatoria.

Le domande verranno ritirate dall’ufficio casa dal 01 febbraio al 30 giugno di ogni anno.

La graduatoria verrà aggiornata entro il 31 ottobre di ogni anno con l’inserimento delle nuove domande e l’aggiornamento dei punteggi dei nuclei già inseriti.

  1. D) CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI PER LA REALIZZIONE DI ALLOGGI DA DESTINARE ALLA LOCAZIONE A CANONE CONVENZIONATO.
  2. Normativa di riferimento: L.R. 3/2013 artt. 54 e segg. (ex L.R. 5/2003)
  3.  
  4. La legge regionale prevede la concessione di contributi in conto capitale a favore di soggetti (persone fisiche o giuridiche) che costruiscono o recuperano alloggi da affittare ad un canone convenzionato per un periodo minimo di 10 anni (recupero) o 15 anni (nuova costruzione).

Per accedere a questi contributi gli interessati dovranno sottoscrivere una convenzione con il Comune territorialmente competente per impegnarsi ad affittare gli alloggi a canone convenzionato.

Alla domanda di contributo dovrà essere allegata la convenzione, la concessione edilizia, il progetto approvato.

Per ulteriori informazioni e/o approfondimenti rivolgersi all’ufficio casa negli orari di ricevimento e/o agli uffici regionali competenti (ufficio mutui prima casa e edilizia convenzionata).

 

2016: Graduatoria definitiva di aggiornamento del bando 1/2011: accedi alla pagina dedicata.