Serbatoio PdAvisod

Serbatoio Pont d'Avisod

 
Serbatoio PdAvisodIl serbatoio è situato in reg. Pont d'Avisod, di forma rettangolare, ha una capacità di 400 mc. In esso giunge l'acqua pompata dal pozzo di Mont Fleury e serve come capacità di compenso per la zona ovest della città e la relativa fascia collinare bassa. Attraverso una stazione di pompaggio installata nella cabina del serbatoio viene servita la fascia collinare più alta, comprendente le frazioni Duvet, Pleod reg. Bioula e reg Cossan.

La cabina, costruita sul lato est dello stesso, comprendente tre piani (piano interrato, piano terra, piano primo). L'accesso alla cabina del serbatoio avviene da una ampio curvone della strada di Pleod, e, una scalinata, in c.a. di recente costruzione, collega il parcheggio a quota strada con il piano terra della cabina stessa.
La tubazione principale da 250 mm arriva da valle ed ha una triplice funzione, quella di alimentare il serbatoio tramite l'acqua pompata, quella di alimentare le pompe di rilancio e quella di alimentare a caduta la zona ovest della città.

Al piano interrato un gruppo di sei pompe ad asse verticale, che lavorano in parallelo, viene alimentato da una tubazione da 100 mm, che si divide in due condotte da 50 mm che alimentano due serie da tre pompe ciascuna. La tubazione di uscita da 100 mm dopo aver raggiunto il piano primo della cabina va a servire le frazioni più alte.Serbatoio PdAvisod
Le sei pompe ad asse verticale vengono progressivamente chiamate in servizio da una centralina computerizzata, mano a mano che aumenta la richiesta di portata da parte dell'utenza, ed in modo da mantenere costante e pari a 16 bar la pressione di pompaggio.
Le elettropompe ad asse verticale hanno una portata di mc/ora 5 ognuna ed una prevalenza di 200 m.
Una seconda tubazione, di diametro 125 mm, alimenta la vasca con l'acqua proveniente dal pozzo Mont Fleury, e dalla stessa, a caduta vengono alimentate le utenze sottostanti.

Tutta la rete alimentata dalla vasca di Pont d'Avisod e dal pozzo Mont Fleury è comunque collegata al resto della rete idrica cittadina tramite valvole che sono però chiuse, per evitare scompensi a causa delle diverse pressioni presenti nelle tubazioni.
Al piano primo, in un locale adeguato, trovano collocazione i quadri elettrici, la strumentazione del sistema del telecontrollo che permette di avere sempre sotto osservazione il livello d'acqua presente nel serbatoio e di verificare l'accensione o lo spegnimento delle pompe.

Attualmente il serbatoio è regolarmente funzionante ed utilizzato per l'alimentazione della rete idrica cittadina ed è stato oggetto di intervento di ristrutturazione nell'anno 2001