Pozzo Montfleury

Pozzo Montfleury

 
 
Pozzo MontfleuryIl pozzo è situato all'interno dell'area sportiva MontFleury ed è l'unico pozzo ad alimentare la parte ovest dell'acquedotto cittadino e la vasca di pont d'Avisod.
Esso si trova all'interno di un'area di forma rettangolare, delimitata su tutto il perimetro da recinzione in rete metallica. L'accesso avviene tramite un passo carraio ad ovest dell'area. Il pozzo raggiunge una profondità di circa 80,00 m.

La struttura è composta da una parte al piano terra costituita dal vano scala per l'accesso al piano interrato, la cabina elettrica Deval e la cabina elettrica, di dimensioni interne 2,30 x 3,20 m, che contiene il quadro elettrico, il quadro del sistema di telecontrollo. Tale sistema permette di tenere sotto osservazione il livello della falda, la pressione e la portata in uscita dal pozzo ed intervenire, con la chiusura e l'apertura di due valvole con attuatore installate sulla tubazione di mandata in rete e sullo scarico. L'avampozzo è completamente interrato, ha forma circolare di diametro F 4,45 m di altezza 3,17 m, l'accesso avviene transitando nel vano scala già citato.
Una botola circolare, di diametro interno F 1,10 m, munita di copertura in ferro verniciato, ricavata sulla soletta di copertura, permette l'aerazione dell'avampozzo e le eventuali estrazioni delle tubazioni e della pompa sommersa.

Il pozzo ha un diametro di mm 450 per i primi 55 m, e prosegue alla profondità di 80 m con un diametro di 400 mm, nel suo interno trovano collocazione la tubazione di diametro 200 mm, la pompa sommersa in grado di erogare una portata di circa 30 l/s con una prevalenza di 200 m, e il sondino per la misurazione del livello di falda, collegato al sistema di telecontrollo.

Sulla tubazione di mandata alla rete cittadina, del diametro di mm 150, oltre alla valvola di non ritorno, sono installati un trasduttore di pressione, una valvola a farfalla con attuatore e un misuratore elettromagnetico di portata, tutti collegati al sistema di telecontrollo. Dalla tubazione di mandata in rete viene derivata la tubazione per il prelievo per l'analisi mensile della potabilità e lo scarico, comandato da una saracinesca telecomandata, di diametro 150 mm, verso la rete fognaria comunale.
Una condotta da 2" derivata dalla mandata in rete alimenta tutto il complesso sportivo e l'impianto di irrigazione dei campi da calcio.
Al piano interrato si trova in adiacenza dell'avampozzo il locale con i trasformatori che riducono l'energia elettrica da alta tensione (15.000V) a bassa tensione 220/380.
Attualmente il pozzo è regolarmente funzionante ed utilizzato per l'alimentazione della rete idrica cittadina ed è stato oggetto di intervento di ristrutturazione nell'anno 2000.