ventiquattro eventi

ventiquattro eventi

Un anno lungo ventiquattro eventi
La Consulta per le attività culturali opera dal 1991


Sono ventiquattro gli eventi organizzati quest'anno dalla Consulta comunale per le attività culturali, consiglio che raggruppa diciotto associazioni e che è sostenuto dal Comune con un finanziamento di ventidue mila euro per il 2007. La Consulta è stata istituita nel 1991, grazie all'apporto del primo nucleo di dieci associazioni culturali. In sedici anni, ha dato vita a circa 600 attività, con un bilancio complessivo che ha sfiorato la somma di 480 mila euro. Fin dalla sua fondazione, la Consulta è presieduta da Mauro Caniggia.

Il primo "pacchetto" di manifestazioni è stato presentato ad aprile. Dopo l'estate, le manifestazioni riprenderanno a pieno ritmo. Il primo appuntamento è organizzato dalla Commenda Templare Saint-Clair des Rives, con una conferenza di Anna Cavanna sul tema "Viaggio attraverso il significato simbolico di fiori, frutti, animali e oggetti della vita quotidiana nelle arti visive". Dal 17 al 22 settembre sarà la volta dell'Arci. Il 28 e 29 settembre toccherà a un corso di Ipotesi Cinema Valle d'Aosta. Docente previsto Franco Maria Giovannini, direttore della fotografia per riprese cinematografiche e televisive.ventiquattro eventi Il 29 settembre, alla Torre dei Signori, sarà inaugurata l'esposizione collettiva di pittura dell'associazione artisti valdostani. Subito dopo sarà la volta di un'esposizione organizzata dal Centro Culturale Alfonso Commod, dal titolo "Con le mani, ma con la tua forza". Sempre nel periodo tra settembre e ottobre, è in programma un'iniziativa su un tema "caldo" come quello della Bioetica, che in questi ultimi mesi ha suscitato dibattiti anche aspri. L'argomento è la riabilitazione dei malati cronici e terminali. Il 20 ottobre l'associazione valdostana del Fumetto "Teste fra le nuvole" organizzerà l'incontro con un disegnatore italiano di fumetti. Fino alla fine dell'anno, sono previsti un progetto fotografico dal tema "Aosta in trasformazione", curato dal C.C.S. Cogne, la realizzazione di un videofilmato sulla ferrovia Aosta-Pré-Saint-Didier, la Festa patronale di Saint-Martin (gestito dall'omonima Clicca), proiezioni cinematografiche di opere del regista Giancarlo Baudena (Ipotesi Cinema in collaborazione con il Museo Ferroviario Valdostano) e una conferenza sulla "Filosofia e scienze cognitive", con relatore Diego Marconi (Fondazione Federico Chabod).

Le diciotto associazioni che animano l'attività: l'Arci Valle d'Aosta, l'Associazione artisti valdostani, l'Associazione Saperi & Sapori, l'Associazione culturale del Fumetto "Testa tre le nuvole", il Centro culturale Alfonso Commod, il Centro culturale René Willien, il Centro Studi Jean-Baptiste de Tillier, il Circolo culturale Sportivo C.C.S. Cogne di Aosta, il Club Alpino Italiano, la Commenda Templare "Saint-Clair des Rives" della Valle d'Aosta, la Fondazione Federico Chabod, il Gruppo Teosofico Valdostano, il Gruppo Valdostano di Bioetica, l'Ipotesi Cinema Valle d'Aosta, l'Istituto Storico della Resistenza, la Clicca di Saint-Martin-de-Corléans, il Museo delle Comunicazioni Alpine e il Museo Ferroviario Valdostano.

La Consulta pubblica anche "Candide", il periodico che è la sua "voce". Raccoglie articoli in italiano e francese, e chiunque abbia qualcosa da dire in campo culturale può trovare spazio. Esiste dal 1999, dapprima come bimestrale, ora come semestrale. Una scelta operata, spiegano i responsabili della Consulta "per non gravare troppo sullo stanziamento destinato al funzionamento dell'organizzazione".


La Croce Rossa in festa
ventiquattro eventiPiazza Chanoux è stata teatro delle celebrazioni, organizzate con il Patrocinio del Comune di Aosta, in occasione della giornata mondiale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa. Questa ricorrenza - in cui viene sottolineata l'opera dei volontari che, seguendo il cammino iniziato da Henry Dunant nella seconda metà dell'ottocento, in ogni Stato portano sollievo e assistono le persone sofferenti- ha assunto, a livello locale, un'ulteriore valenza. Quest'anno ricorreva infatti il trentesimo anniversario del Gruppo dei Volontari del Soccorso di Aosta. Numerose dimostrazioni di attività di soccorso si sono tenute nella piazza principale di Aosta e una mostra (dal titolo "Mémoires et sentiments") ha presentato interessanti testimonianze storiche sulla presenza e l'operato della Croce Rossa Italiana nella nostra regione.


Gianpaolo Charrère