sociale giovani

sociale giovani

sociale giovani
Il sociale: un'opportunità di lavoro per i giovani
L'arte di ascoltare, osservare e gestire le relazioni con gli altri

Le opportunità per i giovani che desiderano lavorare nel sociale in Valle d'Aosta non mancano. Innanzitutto è possibile, dopo un adeguato percorso di studio, trovare un'occupazione in enti pubblici e privati quali ospedali, centri formativi, case di cura e di riposo, cliniche, asili, scuole. Negli ultimi anni, inoltre, è cresciuto il numero delle cooperative che operano nel sociale e che erogano servizi a favore di persone svantaggiate o che producono beni e/o servizi favorendo l'inserimento lavorativo.

sociale giovaniSicuramente le professioni sociali sono accomunate da un elemento di fondo: l'attenzione alle relazioni significative con le persone cui è diretto l'intervento. Chi opera nell'ambito del sociale deve, quindi, saper ascoltare, osservare, riflettere ed essere in grado di gestire emozioni, sentimenti, paure proprie e dell'utenza.

Per lungo tempo si è pensato al lavoro sociale come ad un ambito, prettamente assistenziale, in cui qualità umane come la buona volontà e l'entusiasmo erano preponderanti rispetto alle competenze professionali. Negli ultimi vent'anni invece la preparazione è diventata la chiave di volta del passaggio dalla dedizione personale ad una professione definita.

Qui di seguito riportiamo alcune figure professionali dell'ambito sociale.

Assistente Domiciliare: presta il suo servizio direttamente al domicilio della persona e in collaborazione con l'equipe di assistenza medica. Si prende cura degli aspetti pratici e fisici, dell'alimentazione, del disbrigo di pratiche burocratiche, dell'igiene della persona, e fornisce assistenza infermieristica. Come si acquisisce la qualifica? Dopo il diploma di licenza media inferiore, frequentando un corso di Operatore Socio Sanitario di 1.000 ore.

sociale giovaniAnimatore Socio-Educativo: può trovare collocazione nei laboratori educativi, nei campeggi, nelle residenze per anziani, negli ospedali, nei centri diurni, centri di igiene mentale, animazione in strada, prevenzione delle dipendenze. Titolo di studio richiesto: qualifica di animatore socio-sanitario, che si può conseguire con il diploma in "tecnico dei servizi sociali" oppure frequentare un corso di laurea in "Scienze dell'educazione".

Educatore/Animatore di strada: opera a diretto contatto con il disagio, lavora per strada, dove si incontrano i ragazzi, nei pressi di "muretti", negli oratori, nelle scuole e nelle piazze. Titolo di studio richiesto: Laurea base per Educatori Extrascolastici, una scuola di formazione per Educatori professionali, oppure una laurea in Scienze dell' Educazione.

Mediatore Interculturale: promuove l'integrazione sociale e professionale delle persone extracomunitarie, svolgendo attività di tramite con i servizi pubblici di primo contatto. Trova impiego presso uffici stranieri, servizi sanitari, tribunali, carceri, ospedali, consultori e scuole. Titolo di studio richiesto: diploma di maturità anche se è consigliabile conseguire un diploma di "Animatore socio-educativo" o di "Educatore professionale" oppure la Laurea in scienze della comunicazione. Recentemente sono stati istituiti corsi in "Scienze della mediazione linguistica". La conoscenza di una lingua straniera è basilare.

Per ulteriori informazioni su cooperative sociali, corsi di formazione, corsi di laurea inerenti è possibile contattate gli operatori del Centro Informagiovani che vi seguiranno ed aiuteranno nella ricerca.

Centro Informagiovani