sicurezza stradale

sicurezza stradale

Priorità alla sicurezza stradale
Le iniziative per ridurre la mortalità su strada


Le strade del mondo sono diventate un campo di morte di una guerra subdola e spesso misconosciuta.
All'ONU va il merito di aver voluto richiamare l'attenzione sulla tragedia immane delle morti e dei feriti a causa degli incidenti stradali, indicendo la prima Settimana mondiale della Sicurezza Stradale (23- 29 aprile '07).
I dati sono impressionanti: più di 1.200.000 morti ogni anno nel mondo e dai 20 ai 50 milioni di feriti, spesso con conseguenze irreversibili, per incidenti di circolazione.
Ogni giorno in Italia (dato 2005) si registrano in media 617 incidenti stradali che causano la morte di 15 persone e il ferimento di altre 860.
La Settimana della Sicurezza Stradale, alla quale la città di Aosta ha aderito con convinzione, è servita ad iniziare un percorso di crescita civile che consideri evitabili, inaccettabili le morti su strada. La settimana ha così offerto l'occasione per valutare le iniziative per la sicurezza stradale che il Comune di Aosta conduce durante tutto l'anno:
  • anzitutto, l'opera di prevenzione e sanzione della Polizia Locale in relazione ai controlli della velocità e della guida in stato di ebbrezza. L'eccesso di velocità rappresenta una delle cause principali degl'incidenti, mentre l'uso di alcool aumenta notevolmente la probabilità d'incidente;
  • gli interventi di moderazione del traffico e di creazione di zone con limite ridotto di velocità a 30km/h;
  • gli interventi di educazione alla sicurezza stradale effettuati, con l'apporto della Polizia locale e di animatori esperti, nella scuola dell'obbligo, in particolare presso le scuole primarie del Quartiere Dora (uso della bicicletta), del Ponte di Pietra e di Via Parigi;
  • la messa in sicurezza degli accessi alle scuole: definito per la scuola del Quartiere Cogne ed in corso di valutazione per la scuola media di Corso Ivrea;
  • la creazione di percorsi sicuri casa-scuola con la promozione dello scuolabus a piedi (Pedibus).
Le azioni condotte nelle scuole permettono ai bambini di entrare in contatto in modo sereno e costruttivo con le problematiche del traffico, dell'autonomia personale, della sicurezza diventando ambasciatori di buoni comportamenti presso i genitori.sicurezza stradale
Molto apprezzata è stata l'adesione alla Settimana da parte di un gruppo di tassisti aostani che sabato 28 aprile hanno trasportato gratuitamente da e per le discoteche ragazzi e ragazze dalle 22.00 alle 04.00.
La città di Aosta e la Regione sono al lavoro per istituire un servizio permanente di taxi-collettivo per offrire un servizio pubblico agli abitanti di Aosta e della Plaine durante le ore serali (20.00/22.00) e notturne (22.00/06.30), da potenziarsi il fine settimana proprio per permettere di uscire in sicurezza e evitare la guida se alterati dall'alcool. Molti sforzi per un solo fine: non più morti sulla strada, non più danni irreversibili a causa di incidenti stradali.

La sicurezza stradale in Consiglio
sicurezza stradalePer il Comune di Aosta, la settimana mondiale delle Nazioni Unite sulla sicurezza stradale non ha significato soltanto dimostrazioni e attività formative. Il Consiglio comunale, infatti, riunitosi in sessione tematica nella giornata di venerdì 27 aprile, ha approvato all'unanimità una mozione d'indirizzo che impegna Sindaco e Giunta ad attivarsi presso la Regione per la costituzione di un Osservatorio regionale sull'incidentalità stradale, nonché di una Consulta regionale sulla sicurezza della circolazione. Alla seduta hanno assistito anche i bambini della scuola elementare del Ponte di Pietra, protagonisti, nella settimana, di alcune attività di rilevazione della velocità delle auto in transito. Altre iniziative formative, condotte dalla Polizia Locale, hanno riguardato la scuola del Quartiere Cogne, ove agli alunni sono state illustrate le nozioni di base della circolazione stradale.



Marcello Dondeynaz
Mobility Manager della città di Aosta