ott06-pag17

ott06-pag17
ott06-pag17
Operativo lo sportello unico per l'immigrazione
Un servizio per facilitare e snellire le procedure amministrative

Dal febbraio scorso anche nella nostra regione è stato costituito lo Sportello Unico per l'Immigrazione. Si tratta di un servizio introdotto nell'ordinamento italiano dalla legge n. 189 del 2002 (cosiddetta legge Bossi/Fini) quale struttura responsabile dell'intero procedimento relativo all'assunzione di lavoratori subordinati stranieri a tempo determinato o indeterminato. Strutturalmente gli Sportelli sono incardinati in ogni Provincia presso la Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo, ed operano con il contributo e la collaborazione della Direzione Provinciale del Lavoro e della Questura. Dal momento che in Valle d'Aosta le funzioni prefettizie sono esercitate dal Presidente della Regione, lo Sportello Unico è stato istituito presso il Servizio Affari di Prefettura della Presidenza della Regione.
Allo Sportello fanno capo non soltanto le procedure di ingresso per lavoro subordinato ma anche una nutrita serie di competenze, adempimenti ed incombenze in materia di ricongiungimento familiare, comunicazioni con le rappresentanze diplomatiche e consolari italiane all'estero, variazioni del rapporto di lavoro successive all'ingresso, acquisizione del codice fiscale, sottoscrizione del contratto di soggiorno.ott06-pag17
Lo Sportello Unico è operativo dal primo marzo ed attualmente sta esaminando le istanze di nulla osta inoltrate in base al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che ha stabilito le quote di ingresso per il 2006. Dopo il rilascio del nulla-osta e ottenuto il conseguente visto di ingresso dalla rappresentanza diplomatica, lo straniero è tenuto a presentarsi, entro otto giorni dall'ingresso, allo Sportello unico per la sottoscrizione del contratto di soggiorno per lavoro. Tale adempimento, assieme al rilevamento foto-dattiloscopico, è condizione indispensabile per il rilascio del permesso di soggiorno per lavoro subordinato da parte della Questura. Infine lo Sportello unico, presso cui rimane depositato il contratto di soggiorno per lavoro sottoscritto dal datore di lavoro e dal lavoratore straniero ai fini dell'ottenimento del corrispondente permesso di soggiorno, è destinatario della comunicazione di ogni variazione del rapporto di lavoro subordinato che il datore di lavoro ha l'obbligo di effettuare.
A partire dal mese di maggio, inoltre, lo Sportello Unico riceve anche le istanze relative al rilascio del nulla osta per il ricongiungimento familiare. Pertanto tali domande, redatte sugli appositi moduli scaricabili dal sito del Ministero dell'Interno, non dovranno più essere depositate presso l'Ufficio Immigrazione della Questura ma direttamente allo Sportello unico.
Per ogni informazione è possibile rivolgersi allo Sportello Unico per l'Immigrazione presso il Servizio Affari di Prefettura della Regione, Piazza della Repubblica 15, Aosta, tel. 0165/274937-274938.


Culture e minori a confronto

Giovedì 16 e 23 novembre prossimi si terranno presso la Biblioteca regionale di Aosta due momenti di confronto dedicati al tema dei minori stranieri immigrati, in un convegno dal titolo "Una generazione in movimento.
I sentieri dei minori tra culture e cittadinanza".
Gli appuntamenti, organizzati dal Centro Comunale Immigrati Extracomunitari di Aosta nell'ambito del programma annuale di iniziative rivolto alla comunità, prevedono due mattinate di lavoro e dibattito aperte al pubblico.
Durante la prima giornata verrà discusso e approfondito il quadro relativo alla presenza dei minori nel territorio regionale, con referenti dei principali ambiti di accoglienza: ospedale Beauregard per quanto riguarda le nascite, servizi per la prima infanzia, scuola e organizzazioni che si occupano del tempo libero. Nella seconda giornata si affronterà la tematica da un punto di vista istituzionale, analizzando questioni e prospettive della politica di immigrazione.

a cura del Centro Comunale Immigrati Extracomunitari