ott05-pag16

ott05-pag16
Impianti sportivi, quote congelate per dieci mesi
Pausa di riflessione per valutare i costi


di Gianpaolo Charrère


Le quote a carico degli utenti che utilizzano gli impianti sportivi comunali resteranno invariate fino al 30 giugno del prossimo anno. La decisione è stata formalizzata dalla giunta comunale con una delibera approvata il 22 agosto. Viene quindi confermata l'esenzione per i ragazzi residenti ad Aosta con meno di 16 anni. Il costo zero rimane anche, si legge nel provvedimento, per "gli studenti delle scuole pubbliche per le attività programmate" nell'ambito del programma di studi. Per gli adulti, le tariffe prevedono costi agevolati per i residenti ad Aosta, che salgono in caso di utilizzo "misto" (residenti e non) e arrivano a coprire l'intera spesa nel caso la richiesta arrivi solo da persone provenienti da altri comuni. Un esempio, quello della palestra del quartiere Dora: la prima fascia paga 48 euro al giorno, la seconda 219 euro e 20 centesimi, la terza 365 euro e 40 centesimi.
Nel provvedimento approvato ad agosto si legge che, in questi ultimi mesi, l'Ufficio Sport è stato incaricato di individuare "attraverso una lunga e complessa procedura, i costi ordinari per l'anno 2004". La decisione di prendere una pausa di riflessione, confermando le quote per la prossima stagione agonistica, è stata presa perché, è riportato ancora in delibera, "sono emersi dati di rilievo che la giunta ritiene di dover valutare più attentamente, anche per aver modo di avviare un tavolo di concertazione con il Coni e le società sportive". ott05-pag16
Negli indirizzi generali di governo, approvati il 31 maggio dal Consiglio comunale appena eletto, è riportato che "sarà assicurato il supporto dell'Amministrazione alle società sportive, alle federazioni del Coni e agli Enti di promozione sportiva che contribuiscono alla promozione dello sport e, soprattutto, alla gestione delle strutture pubbliche sportive".
Secondo l'indagine fatta dall'Ufficio Sport, per gli impianti di questo settore nel 2004, il Comune ha speso più di 626 mila euro. Stesso esempio: la palestra del Quartiere Dora è costata 48 mila e 660 euro, ciascuno dei campi da calcio "Zambroni", "Ghignone" e "Frand Genisot" 55 mila e 805 euro. All'interno di quest'ultima cifra, ci sono da calcolare 39 mila euro per il personale, 2 mila 573 euro di energia elettrica (assorbiti anche dall'impianto di illuminazione, il costo per gli utenti cambia a seconda di utilizzo diurno o serale), 4 mila 761 euro di combustibile, 7 mila 210 euro di acqua, mille e 778 euro di beni per la manutenzione ordinaria e 210 euro di materiali di consumo per le pulizie. Nella delibera approvata pochi mesi fa, si legge ancora che "l'obiettivo è il raggiungimento di un più completo utilizzo degli impianti sportivi comunali, attraverso l'eventuale assegnazione di spazi residuali ad utenti non residenti, al fine di poter ottenere maggiori percentuali di copertura dei costi gestionali e mediante l'individuazione di apposite tariffe che individuino la cosiddetta quota intera".
Saranno intanto aperte fino al 21 ottobre le iscrizioni alla stagione 2005/2006 dei corsi di avviamento allo sport, riservati come ogni anno ai ragazzi aostani che frequentano la scuola dell'obbligo. Le discipline previste sono l'arrampicata, l'atletica, il calcio a cinque, la canoa e il kayak, la danza moderna, la danza sportiva, la ginnastica artistica, lo judo, il kung fu, il minibasket, la mountain bike, il nuoto, l'orienteering, la pallamano, la pallavolo, il pattinaggio su ghiaccio, il pattinaggio a rotelle, il pony games, gli scacchi, la scherma, lo sci nordico, lo sci alpino, lo snowboard, il tennis, il tennis tavolo e il tiro con l'arco. Per informazioni bisogna contattare l'Ufficio Comunale Sport, in piazza Chanoux (sotto i portici del municipio). L'orari di apertura è dalle 9 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 16,30.

Una sala da basket rinnovata

Ha riaperto i battenti, lo scorso 30 settembre, la sala da basket all'interno della palestra comunale di via Volontari del sangue. Per la felice occasione, l'impianto ha ospitato un incontro tra le squadre delle società "Monte Emilius UISP" e "CCS Cogne" (categoria esordienti).
La sala da basket era stata chiusa lo scorso 13 giugno per consentire l'esecuzione di alcuni lavori. Questi, nel dettaglio, hanno riguardato il rifacimento della pavimentazione sportiva, l'installazione del riscaldamento al suolo (sulla superficie di gioco, mentre le tribune verranno servite da un impianto "a soffitto"), la tinteggiatura delle pareti, l'adeguamento alle norme in materia di sicurezza, nonché il rifacimento degli ingressi, dei rivestimenti e dell'illuminazione.