giu05-pag13

giu05-pag13
Il progetto MOBILALP al via

Servizi innovativi per l'accessibilità ai trasporti


di Marcello Dondeynaz


A seguito dell'approvazione da parte dell'autorità di gestione, la città di Aosta sta avviando la fase operativa degl'interventi previsti nel progetto MOBILALP (Alpine Mobility Management) del quale è partner unitamente al altri soggetti pubblici e privati di Austria, Francia ed Italia e il cui capofila è il Conseil Général de Haute Savoie.
Il progetto MOBILALP rientra nell'ambito del programma comunitario INTERREG III B Spazio Alpino che mira a stimolare la cooperazione inter-regionale ed è finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).
Lo "Spazio Alpino", considerato area di cooperazione transnazionale strategica per l'Europa, comprende l'area montana in senso stretto, l'area pedemontana e le pianure circostanti, una piccola porzione dell'area costiera mediterranea compreso l'Adriatico, parti dei bacini fluviali di Danubio, Po, Adige, Rodano e Reno. Il progetto, di cui Aosta è partecipe, fa riferimento alla priorità dello "sviluppo dei sistemi sostenibili di trasporto con considerazione particolare dell'efficienza, della inter-modalità e della migliore accessibilità". La città di Aosta ha finalizzato gran parte dei finanziamenti acquisiti per permettere la sperimentazione sul campo di nuovi servizi, che potranno, successivamente, essere resi permanenti e facilmente trasferibili in altre realtà montane analoghe. Si tratta di tre distinti interventi riguardanti l'informazione sugli autobus a favore degl'ipovedenti, l'istituzione di un servizio di biciclette turistiche e l'attivazione del trasporto pubblico a chiamata nell'area collinare. Per il primo intervento, il comune di Aosta ha siglato una convenzione con la società SVAP, che esercita il servizio di trasporto pubblico nella Plaine d'Aoste, impegnando il gestore ad installare a bordo di tutti gli autobus un sistema di comunicazione sonora che diffonderà un messaggio a bordo di prossima fermata e annuncerà all'esterno, al momento dell'arrivo dell'autobus alla fermata, il numero dell'autobus in arrivo e la destinazione. L'intervento è possibile grazie alla programmata installazione a bordo degli autobus SVAP degli apparati di localizzazione satellitare GPS e sarà completato con la predisposizione di fogli orari delle singole linee con caratteri di stampa più grandi e maggiormente leggibili.giu05-pag13
Il servizio di biciclette turistiche prevede l'installazione presso il nuovo parcheggio della Consolata, dove saranno attestati anche gli autobus turistici, di alcune biciclette ad uso esclusivo dei turisti per la visita della città. Inizialmente almeno quattro biciclette saranno dotate di un computer palmare e di un localizzatore GPS che permetteranno al visitatore di verificare in ogni momento, su apposita cartografia digitalizzata, la sua posizione in città e di fruire di informazioni multimediali su determinati punti d'interesse (aree archeologiche, monumenti, ecc.) al momento dell'avvicinamento. Sarà predisposto un vero proprio itinerario storico-culturale autogestibile. Il terzo intervento è quello più impegnativo e sarà realizzato in collaborazione con l'Assessorato regionale dei Trasporti, partner anch'esso del progetto MOBILALP e unità amministrativa responsabile delle politiche dei trasporti in Valle d'Aosta. E prevista la sperimentazione di un servizio di trasporto pubblico a chiamata, integrativo e sostitutivo delle tradizionali corse di linea con l'obiettivo di aumentare flessibilità ed efficienza del trasporto pubblico in una zona a domanda debole: sarà possibile per l'utente prenotare la corsa giorni prima o il giorno stesso e l'autobus effettuerà il percorso più breve per collegare i punti di salita individuati nella zona collinare, con un ampliamento dell'area servita, e le principali destinazioni nell'area urbana. Il servizio sarà accessibile ai disabili che si spostano in carrozzella.
Gli obiettivi degli interventi della città di Aosta sono:
¿ aumentare l'impiego del trasporti collettivi e ridurre la mobilità motorizzata individuale;
¿ contribuire ad una migliore organizzazione spaziale in ambito alpino a livello locale conservando l'ambiente alpino ed aumentando la qualità urbana delle città alpine a vantaggio di residenti e turisti.
Nello specifico, gli interventi previsti dalla città di Aosta sono accomunati dall'attenzione posta ad alcuni importanti requisiti di base: la promozione dell'intermodalità, la flessibilità, il ricorso alle moderne tecnologie ITS (Intelligent Transport Systems) e la sostenibilità.
Il primo intervento sarà attuato entro il mese di giugno 2005, gli altri due saranno avviati entro l'anno corrente.
Sul versante delle azioni volte a gestire e regolamentare la mobilità in ambito urbano, vale, infine, la pena segnalare la messa a regime nel periodo 15 giugno/15 settembre 2005 dell'istituzione dell'isola pedonale lungo le direttrici principali del centro storico, cardo e decumano, dalle ore 12.00 alle ore 14.00: i risultati consentiranno di valutare un' estensione il prossimo anno.