frazioni

frazioni

Opere pubbliche: frazioni in primo piano
Un progetto per la riqualificazione del centro storico di Excenex

La consueta "mappa" dei lavori pubblici cittadini vede in primo piano, per questo numero, due interventi relativi alle frazioni collinari. Per queste zone, l'Amministrazione comunale ha infatti in programma (ed ha già attuato nel tempo) diversi interventi di riqualificazione, nell'ottica di offrire risposte concrete alle esigenze dei loro abitanti.

Importanti lavori di sistemazione sono all'orizzonte per quanto riguarda Excenex. È stato infatti approvato dalla Giunta il progetto definitivo del rifacimento della pavimentazione della principale via di attraversamento del centro storico del villaggio (lungo l'asse est/ovest, fino alla strada intercomunale per la frazione Maisonnettes di Gignod).

frazioniLa lunghezza complessiva del tratto oggetto dei lavori è di 365 metri. L'intervento, tuttavia, non riguarderà solo la parte in superficie della via. Con l'occasione, si procederà infatti al rifacimento delle reti tecnologiche (fognaria e idrica) e alla predisposizione per l'interramento delle linee elettriche, telefoniche e delle eventuali utenze di gas (l'Amministrazione sta valutando la richiesta, in merito, di un gruppo di residenti). Sarà inoltre rifatto, con il posizionamento di ventidue nuovi punti luce, l'impianto di illuminazione pubblica. La nuova pavimentazione, in pietra, occuperà una superficie di duemila metri quadrati.

L'importo complessivo dell'intervento ammonta ad un milione e centocinquantamila Euro. L'opera verrà finanziata in parte (per circa novecentocinquantamila Euro) dall'Amministrazione regionale, tramite il Fondo per Speciali Programmi d'Investimento (FOSPI). L'intero dossier è stato presentato, proprio in questi giorni, ai competenti uffici della Regione ed il relativo appalto verrà esperito entro la prossima estate. La spesa restante, circa duecentomila Euro, sarà invece sostenuta direttamente dal Comune.

frazioniSempre nelle frazioni, è da segnalare il completamento della nuova pensilina per pullman ad Arpuilles. Situata lungo la strada che dal capoluogo conduce ad Excenex, è stata realizzata in legno e pietra, con tetto in lose, per renderla più consona alla realtà del villaggio. La costruzione della nuova struttura ha richiesto un impegno di spesa di ventitremila Euro.

Relativamente al resto del territorio comunale, di rilievo è la sostanziale ultimazione del quinto lotto dei lavori di ampliamento del cimitero di Aosta e di sistemazione di alcune sue parti. Il progetto prevedeva la realizzazione: di 208 loculi, di 312 fosse comuni e trentasei spazi per il rito musulmano, di un nuovo impianto idrico a servizio di diversi campi, di una rete fognaria delle acque bianche, di sette interventi di abbattimento delle barriere architettoniche e della manutenzione delle coperture dei campi "G1".

L'opera è, appunto, in dirittura di arrivo. Si ritiene che alcune modeste opere di rifinitura saranno ultimante per fine anno, che i nuovi elevatori installati entreranno in funzione entro l'inverno, mentre i campi in terra, compresi quelli per il rito musulmano, potranno essere utilizzati prima della fine del 2007. Questo intervento, del costo totale di oltre due milioni di euro e che si affianca a quelli a cura dell'Amministrazione regionale, attua una significativa modernizzazione del cimitero di Aosta, anche in termini di accessibilità dell'utenza.

Nella stessa logica rientra la messa a dimora di sessanta cipressi nel viale centrale della struttura, in sostituzione di due precedenti filari di alberi ammalati, appartenenti ad un'altra specie. Le nuove piante ("Cupressus sempervirens piramidalis") si caratterizzano per la forma stretta ed affusolata, la chioma verde scuro e la natura sempreverde. Un segno di attenzione che, per la particolare e delicata natura del cimitero, l'Amministrazione ha ritenuto doveroso ed importante.

Christian Diémoz