feb06-pag07

feb06-pag07
L'impegno del Comune nel campo delle opere pubbliche
"Viaggio" tra i lavori completati e quelli al via


di Christian DiÚmoz


E saminando le Opere pubbliche curate, in questo periodo, dal Comune di Aosta, Ŕ da sottolineare anzitutto l'entrata in funzione del parcheggio della Consolata. La struttura offre centotrenta posti per le autovetture (nel seminterrato), Ŕ fruibile tutti i giorni, dalle ore 7 alle 21, e rimane chiusa nelle restanti ore (con la possibilitÓ, tuttavia, di lasciare i veicoli all'interno). Nessuna limitazione oraria di accesso o movimento riguarda, invece, gli undici stalli destinati agli autobus turistici, situati tutti in superficie.
Gestito dall'Azienda Pubblici Servizi del Comune di Aosta, il parcheggio si caratterizza per il regime tariffario tale da renderlo interessante per i pendolari e, pi¨ in generale, da rispondere alle esigenze di sosta di media durata. Per quanto riguarda le vetture, parcheggiare nella nuova struttura costerÓ infatti, dal lunedý al venerdý, cinquanta centesimi all'ora, senza possibilitÓ di frazionamento. Tuttavia, per soste dalle quattro alle quattordici ore Ŕ stato previsto un forfait di tre Euro. Analogamente, lasciare la macchina nel parcheggio dalle 21 alle 7 sarÓ possibile versando una quota forfetaria di un Euro. Infine, nei festivi, considerando tale anche il sabato, la tariffa per l'intera giornata sarÓ di un Euro. Per gli autobus turistici, invece, Ŕ stata stabilita una tariffa di dieci Euro ogni dodici ore di sosta.feb06-pag07
I lavori di realizzazione del nuovo parcheggio erano iniziati il 10 febbraio 2003. La struttura non Ŕ custodita e il pagamento della sosta avviene, per le vetture, attraverso una cassa automatica, in cui l'automobilista deve inserire, per il calcolo dell'ammontare, il tagliando rilasciato da un apposito distributore automatico al momento dell'entrata.
Ed Ŕ stato ultimato anche l'intervento che ha interessato il campo di rugby in regione Tzamberlet. La novitÓ pi¨ significativa Ŕ costituita dalla costruzione di una tribuna coperta, di cui l'impianto era sprovvisto in passato, in grado di accogliere cinquecento persone. La struttura comprende, al suo interno, anche gli spogliatoi per gli atleti e i servizi per il pubblico. I lavori hanno riguardato, inoltre, il campo, completamente rifatto (anche nell'impianto di illuminazione, cui si Ŕ aggiunto quello di irrigazione) ed ampliato per ospitare, oltre a rugby e calcio, degli incontri di baseball.
Tra i lavori completati si annoverano poi quelli di adeguamento dell'Asilo nido "Massimo Berra" alle normative igienico-sanitarie. La realizzazione di un soppalco ha permesso di ricavare dei nuovi spazi per i bambini e l'occasione Ŕ stata colta anche per alcune opere di manutenzione straordinaria, quali il rifacimento delle pavimentazioni dei locali dell'asilo.
feb06-pag07E' invece prossima alla conclusione la costruzione della strada che collegherÓ via Croix Noire alle unitÓ immobiliari esistenti e di prossima edificazione (tra queste, gli ottantaquattro alloggi ERP) tra via Berthet e la stessa via Croix Noire. Dell'importo di quattrocentocinquantamila Euro, i lavori hanno previsto anche la realizzazione dei marciapiedi, di un tunnel tecnologico per raccogliere le reti al di sotto della carreggiata, di spazi verdi, di alberate e dell'impianto di illuminazione.
Da segnalare, infine, l'avvio dei lavori del centro polivalente socio-sanitario che sorgerÓ nell'area tra via Brocherel, corso Ivrea e via Monte Emilius. In tre diversi corpi, collegati tra loro (per una superficie complessiva di oltre quattromilaottocento metri quadrati), troveranno sede un asilo nido (per cinquanta bambini), una comunitÓ di trenta alloggi per anziani e disabili, un centro diurno di assistenza e un presidio socio-sanitario che verrÓ gestito dall'UnitÓ Sanitaria Locale. L'impresa appaltatrice ha ottocento giorni a disposizione per completare l'opera