feb05-pag17

feb05-pag17
feb05-pag17
Novità nei servizi di ecologia urbana


a cura di Marco Framarin

Sfeb05-pag17i respira aria di nuovo in città: il nuovo anno ha portato significativi cambiamenti nella nostra città nel campo dell'igiene urbana e della raccolta dei rifiuti. Esaurito il precedente contratto, l'appalto per i prossimi sei anni è stato attribuito, a seguito dell'esperimento di un appalto-concorso, all'Associazione Temporanea di Imprese soc. Aimeri S.p.A./Soc. Quendoz S.r.l..

L'avvio dei servizi è stato regolare, fin dalla prima mattina di capodanno dopo le manifestazioni della fine dell'anno, e sta proseguendo con buoni riscontri da parte della cittadinanza che vede circolare incuriosita nuovi mezzi, tra i quali alcuni elettrici a rappresentare un piccolo ma significativo contributo alla risoluzione dei problemi di inquinamento atmosferico.
I nuovi servizi di igiene urbana ricalcano l'impostazione degli anni precedenti ma con un'ulteriore maggiore attenzione, frutto delle osservazioni operate in questi anni: sono stati rivisti i servizi di sgombero della neve dai marciapiedi, la suddivisione delle zone di competenza dei singoli netturbini e le modalità d'intervento.
E' stata prevista l'organizzazione di una squadra di pronto intervento utilizzabile, per eventuali emergenze, 24 ore su 24 e per 365 giorni l'anno.
Dall'inizio dell'anno, è stato già attivato un numero verde 800 116 661, a disposizione di tutti i cittadini per qualunque informazione o segnalazione, durante l'orario d'ufficio. Per quanto riguarda invece la raccolta dei rifiuti solidi urbani, i nuovi servizi partiranno nel prossimo mese di marzo con la sostituzione dei cassonetti stradali nelle zone che non saranno inizialmente interessate dal servizio di raccolta "porta a porta".
I nuovi cassonetti saranno distribuiti in maniera da rispettare le precedenti posizioni ma anche da incrementare la spinta alla raccolta differenziata: alcune di queste posizioni saranno anche provviste di sistemi di mascheramento al fine di tenere sempre maggiore conto della trasformazione in senso turistico della città ed agevolare anche le operazioni di pulizia. L'isola ecologica di via Caduti del Lavoro sarà ristrutturata in maniera da essere maggiormente accogliente sia per il maggior numero di raccolte differenziate che saranno attivabili, sia per eventuali visite da parte di scolaresche o gruppi di lavoro dal momento che l'educazione ambientale sarà sempre più importante nello sviluppo di questi servizi.
L'esperienza dell'eco-centro è stata positiva a tal punto che nel corso del primo anno di appalto è prevista la realizzazione di una seconda isola ecologica in reg. Tzambarlet, al fine di assicurare un miglior servizio per la zona sud-ovest della città.
Successivamente, sarà realizzata anche una terza isola ecologica al servizio delle frazioni collinari.
Dicevamo dell'educazione e della sensibilizzazione: attualmente, l'Amministrazione ha bandito una seconda gara d'appalto-concorso al fine di attribuire l'incarico ad un'agenzia o società specializzata per la comunicazione e la sensibilizzazione intorno ai temi dell'igiene urbana, della raccolta dei rifiuti con particolare riferimento alla raccolta porta a porta.
Tra i contenuti previsti dal bando di gara anche la ripresa del progetto "Ecovolontari" cui hanno aderito un numero cospicuo di persone sensibili alla tematica dell'ecologia urbana: saranno importanti per la loro opera di sensibilizzazione e divulgazione della raccolta differenziata.
Non posso concludere infine senza un ringraziamento a tutte quelle persone che utilizzando i servizi di raccolta differenziata continuano a sollecitarci a migliorare i servizi, contribuendo a far ottenere alla nostra città risultati che ci collocano al 39° posto su 103 capoluoghi di provincia con il 25,4% di raccolta differenziata.
C'è ancora molto da fare, gli obiettivi del Decreto Ronchi del 35% sono ancora lontani, ma quest'anno abbiamo un'occasione irripetibile per avere un significativo incremento con l'annunciata introduzione dei servizi di raccolta dei rifiuti porta a porta in alcune zone della città, ma questa sarà un'altra storia.