feb04-pag17

feb04-pag17
feb04-pag17
Trenta progetti per l'ambiente e la qualità della vita

di Marco Framarin

Lfeb04-pag17anno appena trascorso ci ha lasciato un'eredità importante per l'ambiente e la qualità della vita nella nostra città. Sono i trenta progetti che il Forum dell'Agenda 21 ha consegnato alla città e all'Amministrazione comunale dopo un dibattito durato diversi mesi.
Il Forum di Agenda 21 ha visto la partecipazione di decine di cittadini che sono intervenuti a titolo personale o in rappresentanza di Enti ed Associazioni aostane portando il loro contributo di idee e di proposte per lo sviluppo sostenibile della città.
Agenda 21 è stata nel 2003 un'occasione di incontro e di confronto che ha permesso di produrre 30 progetti confluiti in Piano d'azione che affronta le problematiche che il Forum sente come prioritarie e che toccano la qualità e le vivibilità della città, la mobilità urbana (traffico, viabilità, trasporto pubblico), i servizi ambientali e l'educazione sui temi del risparmio delle risorse e della riduzione dei rifiuti. Ricordiamo alcuni di questi progetti: ce n'è uno che riguarda i parchi e le altre aree verdi attraverso iniziative di informazione e comunicazione (carta del verde) e la valorizzazione dei percorsi e del verde privato, ci sono diversi progetti che propongono interventi di qualificazione urbana del Centro storico degli altri Quartieri, un altro che vuole incentivare l'impiego di criteri di sostenibilità (efficienze energetica e impiego di materiali ecocompatibili) nell'edilizia e un altro ancora che punta a migliorare l'accessibilità agli spazi pubblici della città. Un progetto particolarmente interessante riguarda poi la creazione di un Centro di riferimento per la mobilità sostenibile in grado di offrire servizi ai cittadini e di promuovere l'educazione civica ed ambientale, un altro affronta il tema della riduzione dell'inquinamento dei veicoli a partire da quelli del servizio pubblico di trasporto, che deve essere migliorato ed il cui uso deve essere favorito con campagne informative e incentivi. Sempre in tema di mobilità il Forum ha anche elaborato progetti significativi nel campo della viabilità e dei parcheggi, mentre per quanto riguarda i servizi ambientali ci sono progetti che puntano alla sensibilizzazione e al coinvolgimento dei cittadini e della rete commerciale - anche attraverso l'impiego di Ecovolontari -, per promuovere la raccolta differenziata, il compostaggio domestico e la riduzione dei rifiuti (meno sprechi, meno imballaggi) ed avere così meno rifiuti da smaltire. Anche sul tema dell'uso razionale dell'acqua e su quello della formazione - informazione dei cittadini verso le tematiche ambientali e della sostenibilità l'Agenda 21 ha elaborato progetti di particolare interesse.

Ora il Forum di Agenda 21 ha ricominciato a lavorare. L'obiettivo che si pongono adesso i cittadini, gli Enti e le Associazioni che hanno aderito al Forum è quello di riprendere la discussione sui progetti in modo da individuare il percorso più diretto e più efficace per contribuire a rendere operative le proposte del Piano d'Azione. E' una fase decisiva dove saranno molto importanti i contributi, le idee e le proposte che arriveranno dalla città, dall'Amministrazione comunale, dalla Regione e dagli operatori economici.
Anche per coloro che non hanno seguito finora i lavori dell'Agenda 21 e che sono interessati anche solo ad alcune delle sue iniziative e proposte , è arrivato il momento di intervenire alle riunioni che si tengono con cadenza quindicinale (prossimo appuntamento giovedì 19 febbraio in Comune) per portare il proprio contributo di idee. Per potersi documentare sui progetti e sulle scadenze dell'Agenda 21 di Aosta ricordiamo il sito internet: agenda21.comune.aosta.it e il numero telefonico dell'ufficio sostenibilità del comune 0165 -300624.

Aosta sceglie i carburanti a basso impatto ambientale

Il Comune di Aosta ha sottoscritto la convenzione "Iniziativa carburanti a basso impatto". L'adesione è stata deliberata dal Consiglio comunale il 27 novembre. Il progetto nazionale riguarda la promozione e lo sviluppo di combustibili per autotrazione a basso impatto ambientale. Secondo i promotori, "l'alimentazione a gas metano e Gpl consente di eliminare di molto le emissioni di benzene e di materiale particolato dei veicoli a motore e di abbattere in modo consistente gli altri inquinanti".