feb04-pag10

feb04-pag10
Uniti nel segno della collaborazione
Una Carta dell'Amicizia sancisce il legame tra Aosta e San Giorgio Morgeto

di Laura Riello

Ifeb04-pag10l primo febbraio ha sancito e ratificato ufficialmente le relazioni e gli scambi tra i Comuni di Aosta e di San Giorgio Morgeto. Una domenica ispirata a Sant'Orso, nel segno della fratellanza e della festa. Dopo la Santa Messa presso l'omonima Collegiata, la sfilata delle AutoritÓ, scortata dalla Banda Municipale di Aosta si Ŕ diretta verso piazza Chanoux. Da qui, il corteo aperto dai gonfaloni delle due Amministrazioni ha varcato la soglia dell'H˘tel de Ville, per giungere nel Salone Ducale, gremito di pubblico in attesa di accogliere il Sindaco Guido Grimod ed il Sindaco Carlo Cleri, per la sottoscrizione della Carta dell'Amicizia.
Un testo breve ma significativo che dÓ risalto alla diffusione dello spirito di tolleranza e di fattiva collaborazione tra gli abitanti dei due comuni, facilitando la conoscenza reciproca, di per sÚ giÓ ben avviata e arricchita dall'operositÓ e dall'impegno dei circa 6600 cittadini e cittadine originari di San Giorgio Morgeto che compongono una comunitÓ ben radicata nel tessuto cittadino.
Un atto che intende dare vigore ai rapporti tra gli abitanti e le associazioni operanti sul territorio, sviluppare una rete concreta di scambi a livello culturale, turistico, sportivo e sociale; favorire la realizzazione di programmi d'interesse comune miranti alla conoscenza reciproca dei servizi comunali, privilegiando la promozione delle tradizioni culturali e la difesa ambientale del territorio.
GiÓ nel luglio scorso, i due Consigli Comunali avevano approvato il testo della Carta dell'Amicizia ispirato alla comune volontÓ di sviluppare l'amicizia tra la Valle d'Aosta e la Calabria.
L'iniziativa era stata dell'Amministrazione aostana (sollecitata da alcuni sangiorgesi e dal Comitato organizzatore dei festeggiamenti in onore di San Giorgio e San Giacomo), guidata dalla volontÓ di conferire un carattere istituzionale e stabile alle relazioni tra i due Comuni.
Un legame di fatto consolidato negli anni da proficue collaborazioni tra le due realtÓ. Basti pensare alla generosa e riuscitissima festa dedicata a San Giorgio e San Giacomo, che ogni luglio allieta le serate degli aostani e non solo, senza dimenticare l'allestimento per il secondo anno consecutivo dello spazio promozionale ed istituzionale dedicato a San Giorgio Morgeto, in occasione della Fiera di Sant'Orso. Proprio per sottolineare lo spirito di amicizia e di reciprocitÓ, la firma della Carta da parte dei due Sindaci sarÓ ripetuta a San Giorgio Morgeto, il 23 aprile prossimo, nel giorno dedicato al Santo Patrono.

feb04-pag10 feb04-pag10

feb04-pag10 feb04-pag10