europa giovani

europa giovani

L'Europa finanzia la mobilità dei giovani
I progetti vanno presentati entro il primo settembre


I giovani in Europa? Ancora molto stanziali, poco propensi a spostarsi all'estero per conoscere i loro coetanei e i paesi dell'Unione, per svolgere attività interculturali e di volontariato internazionale. A loro si rivolge il programma di azione comunitaria "Gioventù in azione" istituito dalla Commissione europea, dal Parlamento Europeo e dagli stati membri dell'Unione Europea.
Il programma, in sintesi, si propone di promuovere progetti europei di mobilità giovanile internazionale attraverso gli scambi e le attività di volontariato all'estero, l'apprendimento interculturale e le iniziative dei giovani di età compresa tra i 15 e i 28 anni. europa giovani
Attraverso queste attività, infatti, "Gioventù in azione" punta a rafforzare la cittadinanza europea dei giovani e, con essa, la coesione sociale dell'Unione, a contribuire al miglioramento della qualità dei sistemi che sostengono le attività giovanili ed allo sviluppo della capacità delle organizzazioni della società civile nel settore della gioventù. Con circa 915 milioni di euro, stanziati per il periodo 2007-2013, la Commissione Europea intende, quindi, realizzare almeno 35.000 progetti di scambi di giovani e 10.000 progetti per volontari l'anno.
I destinatari del programma sono i gruppi di giovani, le organizzazioni giovanili, gli animatori giovanili, le autorità locali, le organizzazioni operanti nel terzo settore, tutti coloro che lavorano con e per i giovani.
Ma cosa prevede in estrema sintesi "Gioventù in azione"? Le opportunità sono molteplici e sono strutturate in ambiti diversi. Per fare un esempio l'azione 1 - denominata "Gioventù per l'Europa" - propone degli scambi tra giovani, dei sostegni alle iniziative giovanili e dei progetti di "democrazia partecipativa".

Esistono poi altre azioni tese a favorire il Servizio volontario europeo ed iniziative rivolte a giovani educatori ed animatori. Il programma si rivolge ai giovani dai 15 ai 28 anni, benché determinate azioni siano aperte ai giovani di età compresa tra i 13 e i 30 anni.
Per accedere ai finanziamenti europei le organizzazioni, gruppi giovanili a livello locale, regionale, nazionale dovranno presentare dei progetti che saranno selezionati a livello nazionale. La prossima scadenza è prevista per il 1° settembre 2007.
A questo proposito il Centro Informagiovani di Aosta ha intrapreso un'azione di promozione rivolta ai giovani valdostani, allo scopo di fornire loro indicazioni ed informazioni di carattere generale riguardo alle opportunità offerte dal programma "Gioventù in azione".

Per saperne di più :
Centro Informagiovani - Maison Sauvouret
Via Festaz 41, Tel 0165231466
Email: info@informagiovaniaosta.it
www.informagiovaniaosta.it

Le azioni previste da "Gioventù in azione"

Gioventù in Europa
a sostegno della mobilità e delle iniziative dei giovani, finalizzate alla loro partecipazione alla vita democratica.
Il servizio volontario europeo a favore della partecipazione dei giovani a diverse forme di attività di volontariato all'esterno e all'interno dei confini dell'Unione Europea.

Gioventù per il mondo
a beneficio dello sviluppo della comprensione reciproca e dell'impegno attivo dei giovani che possono operare nei paesi partner del programma inserendosi in contesti di animazione socio-culturale.

Animatori socio-educatori e sistemi di sostegno
allo scopo di sostenere gli organismi attivi a livello europeo e, in maniera particolare, il Forum della gioventù, nell'ambito della formazione, dell'innovazione e della promozione dell'azione degli animatori socio-educatori.

Sostegno alla cooperazione politica
al fine di intessere un dialogo fra i differenti operatori in ambito giovanile, come ad esempio gli animatori socio-educativi e i responsabili politici, e contribuire allo sviluppo della cooperazione politica nel settore dei giovani.


Centro Informagiovani