estate salute

estate salute

Per un'estate in salute
Contro il caldo un piano di servizi per le persone a rischio


Un "piano di sorveglianza e di risposta verso gli effetti sulla salute di ondate di calore anomalo" è la soluzione elaborata da un gruppo di lavoro sulla base di linee guida, che coinvolgono tutti i Comuni al di sotto degli 800 m. s.l.m., predisposte dal Ministero della salute.
Chiamato a proporre azioni efficaci per fronteggiare il problema, il gruppo comunale di lavoro "emergenza caldo", istituito nel 2006, è coordinato dall'Assessorato alle Politiche Sociali; ne fanno parte i rappresentanti della Protezione civile comunale, dell'azienda USL, del Centro Servizio per il Volontariato, del Consorzio "Trait d'Union, del Progetto di Quartiere "Q. Cogne", dei Vigili del fuoco volontari, della Croce Rossa Italiana, sezione Valle d'Aosta ed il comandante dei Vigili Urbani.

Negli anni scorsi, il Comune di Aosta, in collaborazione con l'azienda USL aveva predisposto un elenco delle persone a rischio, oltre i settantacinque anni, che vivono sole, contattandole telefonicamente ogni qualvolta veniva diramato dalla Protezione Civile Regionale, lo stato di allarme delle ondate di calore. estate salute

Questa estate per gli utenti a rischio l'Assessorato alle Politiche sociali ha predisposto un piano sistematico di iniziative. Innanzitutto un numero verde gratuito 800.513.513 attivo tutti i giorni, dalle ore 8.00 alle ore 20.00, per fornire agli utenti informazioni e consigli utili. Alla "voce amica", per migliorare la vita quotidiana nei giorni di canicola, si affianca la praticità di un servizio sperimentale in collaborazione con la Croce Rossa Italiana: farmacopronto e piccola spesa che consiste nell'acquisto e nella consegna a domicilio di farmaci (è necessaria la ricetta medica) e, se richiesto, di una piccola spesa quotidiana di beni di prima necessità. Per attivare il servizio occorre telefonare al numero verde gratuito il martedì e giovedì dalle ore 17.00 alle ore 19.00, il sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.00.

Per rispondere alle domande e fornire consigli utili per affrontare il caldo è inoltre attivo un servizio di primo ascolto e monitoraggio curato da personale volontario specializzato della Croce Rossa Italiana presso i Centri d'Incontro per anziani di via Vuillerminaz (quartiere Cogne) e di via Valle Valdostane (quartiere Dora), in alcuni giorni della settimana.
A ciò si aggiunge la sorveglianza attiva della popolazione ultrasettantacinquenne, sola, attraverso gli operatori dei servizi, le Adest di Quartiere e i Vigili del Fuoco Volontari.

Infine, una campagna di informazione realizzata con un pieghevole inviato a tutti gli utenti che hanno superato i settantacinque anni di età.


I consigli per difendersi dal caldo

Nella nostra regione le condizioni climatiche sono tali da rendere il problema delle ondate di calore meno preoccupanti rispetto ai grandi centri urbani. Tuttavia, conoscere il rischio è sempre il primo passo per prevenire l'irrimediabile. Tradotti nel quotidiano, alcuni semplici accorgimenti adottati dalle persone della terza età e dai disabili che, per la loro condizione fisica, sono più esposti ai disturbi provocati dalle temperature eccessive, possono essere un valido aiuto per affrontare al meglio le giornate di caldo.

  • Evita di uscire e di svolgere attività fisica nelle ore più calde del giorno (dalle 11,00 alle 17,00).
  • Apri le finestre dell'abitazione al mattino e abbassa le tapparelle o socchiudi le imposte.
  • Indossa indumenti chiari, non aderenti, di fibre naturali, come ad esempio lino e cotone ; evita le fibre sintetiche che impediscono la traspirazione e possono provocare irritazioni, pruriti e arrossamenti.
  • Bagnati subito con acqua fresca e rimani a riposo in caso di mal di testa provocato da un colpo di calore o di sole, per abbassare la temperatura corporea.
  • Ricordati di bere molta acqua o thè freschi ma mai ghiacciati. Le bevande gassate ed i succhi di frutta sono ricchi di calorie e poco dissetanti.
  • Se segui una dieta che limita l'apporto di liquidi o assumi diuretici, chiedi al tuo medico quanto puoi bere.
  • Fai pasti leggeri e mangia molta frutta e verdura, evita birra e alcolici, perché aumentano la sudorazione e la sensazione di calore, contribuendo alla disidratazione.
  • Se abiti da solo, sei anziano o malato, mantieni un contatto giornaliero con una persona di fiducia.
  • Se assumi farmaci o sei affetto da malattie importanti quali diabete, bronchite, problemi cardio-circolatori, malattie neurologiche chiedi consiglio al tuo medico curante, non smettere di prendere i farmaci e non cambiare la dose solita.


Laura Riello