dic04-pag10

dic04-pag10
focus: Il gusto delle Feste
Festività alle porte
Aosta c'è per vivere l'atmosfera di fine anno con gusto e allegria

di Laura Riello

Fervono i preparativi per la ricorrenza famigliare per antonomasia. Avete preparato il presepe, addobbato l'albero per regalare un festoso e caldo tocco alle vostre case, comprato ed incartato regali e strenne, sistemato vecchie calze utili alle probabili visite di simpatiche Befane, passato in rassegna le ricette per confezionare un pantagruelico menù' Natale è alle porte! Tutto intorno a voi lo ricorda, la città con le sue luci e i suoi colori non è certo da meno. Attraversando la piazza su cui svetta il grande l'albero natalizio di luci multicolore, Aosta offre il suo richiamo per l'appuntamento con "Aosta c'e - Il Gusto delle Feste". La seconda edizione di un ricco programma d'animazione per adulti e bambini, promosso dall'Assessorato alle attività produttive.

Aosta inaugura la stagione festiva con il suo mercatino di Natale, dall'8 al 24 dicembre. I caratteristici chalet accolgono commercianti e hobbisti, impegnati nella vendita di decorazioni e articoli tipicamente natalizi. Una passeggiata in piazza Chanoux alla ricerca di statuine per il presepe, biglietti di auguri libri oggettistica, giocattoli in legno, candele, fiori secchi e molte altre sorprese. Ma non solo. Sotto i portici una Mostra Mercato (sabato 4, 11 e 18 dicembre) propone prevalentemente oggetti realizzati da hobbysti con metalli, leghe, legno e derivati, carta, cera e ceramica. Le domeniche 5, 12 e 19 dicembre saranno invece dedicate al Mercatino dei prodotti biologici.
La musica propone due concerti. Il 18 dicembre, intorno alle ore 17, si esibiranno sul sagrato della piazza una cinquantina di basso-tubisti per il consueto "Tuba Noël". Il 30 dicembre, nel segno della musica classica, è la volta del tradizionale Concerto di Capodanno (si veda il riquadro di pag. 11).
L'appuntamento goloso è per il 28 e 29 dicembre, per A tavola con ... la sapiente complicità dei ristoratori valdostani che offrono il meglio dell'enogastronomia locale. Grazie alla collaborazione delle associazioni di categoria del commercio e alberghiera ci sarà la possibilità di gustare un menù tipico, scelto da una qualificata giuria e preparato in onore di un ospite speciale. In questa edizione, la showgirl Elenoire Casalegno e lo chef di fama internazionale Gianfranco Vissani, saranno invitati, a pranzo e a cena in diversi locali della città per assaggiare e commentare i migliori menù a base di prodotti e vini valdostani. Neppure gli avventori resteranno delusi e a bocca asciutta. Dal 28 dicembre al 6 gennaio i ristoranti offriranno ai gourmets la possibilità di appagare i loro sensi assaggiando tutte le proposte culinarie in concorso!
Sempre nel pomeriggio del 28 dicembre in piazza Chanoux Arrivano i pirati, con i loro giochi e i laboratori per i più piccoli. A seguire le sonorità regalate dalla calda voce di Ranzie Mensah.
La sera tutti'Insieme sotto le stelle per una notte da favola nel centro storico. In collaborazione con l'Aiat di Aosta, i comuni di Aymavilles, Charvensod, Gressan e Jovençan e la società "Pila", i maestri di sci, accompagnati dai ragazzi dei diversi Sci Club, daranno vita a una sfilata al lume delle fiaccole, lungo le vie del centro.
Musica, balli e cotillons. Come accade ormai dal 1996, il conto alla rovescia per l'arrivo del nuovo anno avverrà in Piazza Chanoux, insieme al protagonista del revival della musica italiana anni '70, Ivan Cattaneo interprete di successi quali "bandiera gialla" e "ho in mente te", accompagnato dalla sua band. Contemporaneamente anche altri spazi saranno animati nella notte più lunga dell'anno: la Porta Praetoria, dove si potranno ballare musiche e danze popolari, piazza Roncas, con le note degli anni Sessanta e il liscio, ma anche la musica da discoteca diffusa in piazza Arco d'Augusto.
Chiude l'Epifania,'che le feste si porta via', il 6 gennaio con la Befana vien di notte' portando allegria in un concorso tra Befane per eleggere la migliore "signora" dell'anno con tanto di scarpe rotte e scopa. Sin dal primo pomeriggio le vie del centro si animeranno dell'originalità di simpatiche streghe armate di spirito d'iniziativa e fantasia, che saranno giudicate e premiate, alle 17 in piazza, da una giuria di bambini.

'Per le feste di Natale, non facciamoci del male'

Si ripropone, anche per il 2004, la collaborazione tra il Comune di Aosta e la Questura del capoluogo, nella sensibilizzazione della popolazione giovane sui rischi derivanti dall'utilizzo incauto di fuochi d'artificio e "botti" in occasione delle festività di fine anno. "Per le feste di Natale, non facciamoci del male", questo il nome dell'iniziativa, consisterà, quest'anno, nella realizzazione di un consistente numero di segnalibri, che verranno distribuiti nelle scuole frequentate da ragazze e ragazzi più esposti a questo rischio. Sui cartoncini sono riportate le raccomandazioni, elaborate da esperti della Polizia di Stato, alle quali è importante attenersi per un uso corretto di tali articoli, nella convinzione che la prevenzione sia il primo passo per assicurare, a tutti, delle feste caratterizzate esclusivamente da gioia e allegria.

=================

Come a Vienna, così nel mondo...

dic04-pag10Torna l'appuntamento con il concerto di Capodanno, il 30 dicembre alle 21.15, presso l'Auditorium della chiesa Maria Immacolata. Affidato a Sinfonica, l'Orchestra dell'Istituto musicale, diretta dal Maestro Emmanuel Siffert, sulla base di un progetto artistico del Maestro Paolo Manfrin, Come a Vienna, così nel mondo propone un viaggio musicale attraverso la danza: dai fasti del valzer viennese al tango dei bassifondi di Buenos Aires. Una panoramica di brani che abbina alcuni dei più noti valzer di Strauss - tappa obbligata per la ricorrenza di Capodanno - ad una serie di composizioni di Giuseppe Verdi, che inserì il valzer nella sua opera Traviata, di Cajkovskij e Antonin Dvorak. Si approda poi a Buenos Aires, dove il sensuale ed elegante tango, nato dalla fusione di elementi tratti dalla Habanera e dalla Milonga, non mancò, all'inizio del secolo scorso, di sollevare aspre critiche da parte dei benpensanti europei, perché ritenuto scandaloso. Reminescenze offerte dal brano di Carlos Gardel, reso celebre dalla magistrale interpretazione di Al Pacino nel film "Scent of a Woman" (Profumo di Donna), il celebre Libertango di Astor Piazzolla, molto apprezzato dal mondo della pubblicità televisiva ed una serie di brani tra i quali la celebre Danza delle ore di Ponchielli, immortalata nel film di Walt Disney "Fantasia".
Il viaggio si conclude con le musiche che hanno contribuito a celebrare Nino Rota nella memorabile scena del ballo di ispirazione viennese ne "Il Gattopardo" di Luchino Visconti.
L'edizione di quest'anno propone anche una piacevole novità. Dopo il concerto, l'Amministrazione comunale offrirà un vin d'honneur per augurare, dopo un inebriante giro di valzer ed uno struggente tango, un Felice Anno Nuovo.