dic04-pag03edit

dic04-pag03edit
Editoriale
Tra la gente, per Aosta

Guido Grimod
Sindaco di Aosta

Odic04-pag03edittto serate tra la gente. Per Aosta. E' questo lo spirito con cui, tra ottobre e novembre, la Giunta comunale al completo ha incontrato la popolazione di Aosta. L'iniziativa rispondeva, anzitutto, ad un impegno preso nel 2001, quando l'Esecutivo che mi onoro di presiedere aveva compiuto un passo analogo, riservandosi di verificare ancora, e sempre in maniera diretta, lo sviluppo dei programmi e dei progetti inseriti nel programma di legislatura.
C'era poi un'ulteriore finalità alla quale si intendeva dare concretezza. Era quella di poter comunicare direttamente con la comunità, in ossequio ad un modo di operare e di rapportarsi con i cittadini privilegiato da sempre dalla Giunta. In questo senso, abbiamo potuto toccare con mano l'importanza di un contatto "senza filtri". Nonostante la buona collaborazione offerta dai mass-media è infatti impressionante la facilità con cui si diffondono notizie errate riguardo alle volontà del Comune, in alcuni casi. E' stato importante poterlo riscontrare personalmente, sia per offrire una versione ufficiale, sia per sentirsi spronati ad una comunicazione sempre più "a misura d'uomo".
Per il resto, ci siamo fatti parte diligente nel prendere nota di tutte le segnalazioni ricevute e di trasformarle, laddove possibile, in interventi prioritari per lo scorcio di legislatura che ci separa dalla chiamata alle urne del 2005. Tre anni fa, il primo ciclo di incontri ebbe luogo in un momento altrettanto particolare per l'Amministrazione. Da un canto, la Valle ed Aosta risollevavano la testa dopo l'alluvione dell'ottobre 2000, con la conseguente necessità di rivedere alcuni progetti e dirottando quote consistenti di finanziamenti a lavori di ripristino e messa in sicurezza. Dall'altro, era appena giunta la notizia dell'assegnazione al capoluogo regionale dell'Adunata nazionale degli Alpini 2003, con l'opportunità di iniziare a "battere la pista".
Guardandosi indietro, la sensazione è assolutamente positiva. L'alluvione è un ricordo drammatico, ma anche un'occasione dalla quale abbiamo tratto una lezione importante, tradotta nel piano di Protezione Civile che prossimamente verrà sottoposto all'esame del Consiglio comunale. Riguardo all'Adunata, si è trattato di un appuntamento che ha visto Aosta e la sua gente ben figurare e distinguersi per orgoglio ed efficienza. Al di là di questi due grandi eventi, per quanto riguarda l'ordinario, alcune situazioni rimangono da migliorare (specie nel campo della viabilità, ma alcune delle opere che permetteranno significativi cambiamenti sono già in corso), ma abbiamo avuto modo di apprezzare anche la riconoscenza dei cittadini per gli interventi compiuti.
Più in generale, mi sia permesso poi di sottolineare come la filosofia del "contatto diretto" continuerà a trovare applicazione da parte della Giunta. Non solo il sottoscritto e gli assessori hanno un calendario di ricevimento del pubblico, ma è possibile scrivere anche delle e-mail al Sindaco (all'indirizzo sindaco@comune.aosta.it), oppure contattarmi direttamente, ogni martedì dalle 11 alle 13, al numero verde 800 85 00 84. Possibilità molteplici, offerte nell'ottica di consentire il più possibile uno scambio tra i cittadini e l'Amministrazione.
Lo stesso spirito che caratterizza una nuova iniziativa, che arricchirà prossimamente il bouquet di mezzi attraverso i quali il Comune si rivolge alla comunità. Al sito Internet istituzionale (www.comune.aosta.it), alle pagine Televideo e al notiziario radiofonico, si aggiunge ora un notiziario televisivo, che proporrà periodicamente, su una emittente privata locale, nel formato agile e immediato della tv, informazioni sulle principali attività dell'Amministrazione.
J'en suis particulièrement heureux, du fait que les images rendront encore plus détaillée l''uvre de communication, en permettant à tous de saisir la façon dont la Commune est en train d'adresser ses énergies afin de répondre aux exigences manifestées pendant les rencontres du soir. Un engagement qu'on est orgueilleux de déployer parmi les gens, pour Aoste. A vous toutes et à vous tous, ainsi qu'à vos familles, les meilleurs v'ux pour un Joyeux Noël et pour une heureuse nouvelle année.