colori aosta

colori aosta

Editoriale
I tanti colori di Aosta

colori aosta

Tenere gli spazi verdi della città ordinati, assicurandone il decoro, rientra sicuramente tra i doveri che l'Amministrazione ha nei confronti della comunità. Parchi, giardini e aiuole sono, peraltro, ambiti in grado di incontrare le aspettative dell'intera popolazione.
In essi, un giovane può svagarsi grazie ai numerosi giochi installati, un anziano può trovare momenti di relax e, per tutti, è sempre possibile una fulminea "evasione" dai ritmi della quotidianità, magari non lontano da casa, o dal lavoro.
Conscio del valore di queste risorse, il Comune di Aosta ha profuso energie significative nella gestione del verde, anche per l'elevato "peso specifico" che esso riveste rispetto al territorio aostano.¿Alcuni "numeri" sono eloquenti.
Nel capoluogo regionale esistono 131.000 metri quadrati di aree erbose, 128.000 metri quadrati tra zone protette e parchi, 3360 alberi e oltre 400 fioriere. Un patrimonio complessivo che l'Amministrazione ha sempre mirato a valorizzare nel tempo, potenziandolo quando possibile.

Proprio così. Ad Aosta è riuscita una scommessa incompiuta in altre realtà, ovvero portare del verde là dove, in passato, non c'era. E' il caso, ad esempio, del Parco "Grand Eyvia", situato lungo l'omonima via e aperto da poche settimane. Anche la zona collinare, poi, ha visto nascere delle aree verdi, attrezzate per un'adeguata fruizione.
Mi riferisco, tra l'altro, all'Arboreto di Entrebin (anch'esso inaugurato di recente e frutto soprattutto dell'opera dell'Amministrazione regionale) e al parco di Saumont (il quale dovrebbe aprire i battenti entro l'estate). Spazi nuovi, finalizzati pure a garantire l'equilibrio, essenziale soprattutto in ambito urbano, tra uomo e natura, senza dimenticare le attenzioni rivolte tradizionalmente ad una rete sentieristica che attraversa l'intera collina. L'intervento del Comune, però, non si è limitato a questo. Non va dimenticata infatti la vocazione turistica di Aosta.
Per questo, presentarsi all'appuntamento con i numerosi visitatori che ogni estate scelgono la nostra città con aiuole, rotonde e monumenti in fiore è per l'Amministrazione motivo d'orgoglio, oltre che il modo per testimoniare concretamente come chi attraversa le strade cittadine è il benvenuto.

Anche quest'anno è stato quindi un piacere lavorare per le fioriture stagionali, privilegiando piantine mirate ad offrire agli occhi dei passanti un vero e proprio spettacolo di colori. Interventi importanti, affidati ad una ditta individuata tramite uno specifico appalto e ad una cooperativa sociale, che unitamente a quelli realizzati dall'Amministrazione regionale nelle aree di sua competenza, consentono un risultato finale del quale auspichiamo un gradimento complessivo da parte di chi vi assiste ogni giorno.
Oltretutto, in ossequio agli standard moderni raggiunti in questo settore, siamo dell'idea che non sia importante solo operare per queste realizzazioni, ma anche prestare massima attenzione nel divulgarle, nel comunicarle alla popolazione. Per questo, un'apposita sezione del sito Internet comunale (nelle pagine dedicate al "Territorio") informa sia sui parchi, sia sugli interventi condotti, in generale, sul verde cittadino. Uno sforzo in più, per testimoniare quanto tutto ciò stia a cuore al Comune.

Uno spot televisivo di qualche anno fa vedeva nel furto di un fiore, da donare, un pensiero verso qualcuno. Ad Aosta pensiamo che lo stesso risultato possa esser raggiunto piantandolo.

Alberto Follien
Assessore alle Opere Pubbliche