apr05-pag07

apr05-pag07
Un nuovo asilo nido per Aosta

La struttura aprirà a settembre


di Christian Diémoz


Uapr05-pag07ar entrare in funzione, nella città di Aosta, un nuovo asilo nido, dal settembre prossimo. Lo ha deciso la Giunta comunale con una deliberazione. Tale ipotesi è stata vagliata al fine di offrire una risposta alle domande di ammissione a questo servizio che rimangono inevase per carenza di posti, nonostante Aosta sia tra le prime città in Italia nel rapporto tra i nati (dai 0 ai 2 anni) e le disponibilità nei nidi. Attualmente sono in funzione tre strutture comunali, in grado di offrire complessivamente 126 posti. La graduatoria per il periodo settembre 2004/agosto 2005 prevede un totale di 192 domande, a fronte di una media - nell'ultimo quinquennio - di 143 inserimenti all'anno. Dal mese di settembre ad oggi sono state effettuate 51 ammissioni, pari ai posti resisi disponibili grazie al ritiro dei bambini che hanno raggiunto l'età utile per l'iscrizione alla scuola dell'infanzia.
Di conseguenza, la Giunta ha reputato opportuno procedere all'apertura di un asilo nido di circa trenta posti per il periodo tra il 1 settembre 2005 e il 31 agosto 2008, così da fronteggiare l'attuale costante aumento di richieste di inserimento. Visto che, allo stato attuale, l'Amministrazione comunale non possiede locali idonei e considerato l'ormai prossimo inizio dei lavori di costruzione del centro polifunzionale di via Brocherel (ove troverà posto un asilo da cinquanta posti), si è scelto di affidare la gestione del nido a terzi, che dovranno disporre di adeguati spazi e relativi arredi e attrezzature. L'Amministrazione indirà quindi un appalto concorso per individuare il soggetto gestore. L'obiettivo naturale, in linea con quanto fissato dall'Unione Europea, è di arrivare, nella nostra città, entro il 2010, alla copertura del 33% della domanda. L'apertura del nuovo nido costituisce, infatti, un ulteriore passo in avanti in questo campo. Di recente, l'Amministrazione si è dotata di un nuovo regolamento di funzionamento del servizio, innovativo, poiché vede bambino e genitori protagonisti di ogni scenario gestionale. Da sottolineare poi l'importante impegno profuso dal Comune per il continuo miglioramento delle tre strutture già esistenti, al fine di caratterizzare con qualità l'assistenza offerta ai piccoli frequentatori.
A questo panorama vanno inoltre affiancate le azioni di sostegno alle famiglie attuate nel tempo con l'attivazione di servizi innovativi e ispirati ad una maggiore flessibilità, quali le "Garderies d'enfance" o il "Centro per le famiglie", inaugurato di recente (ved. pag. 13). Una situazione destinata a migliorare ulteriormente anche attraverso la realizzazione del centro di via Brocherel e alla già programmata ristrutturazione dei "Magazzini Bianchi", al fine di insediarvi un asilo nido "corto", aperto cioè solo nelle ore del primo pomeriggio - una novità in questo settore - e uno "Spazio gioco" per bambini da 3 a 6 anni, struttura sino ad oggi assente ad Aosta.