ago05-pag14

ago05-pag14
Una rete ed una carta europea dell'informazione giovanile


a cura del Centro Informagiovani

In Italia ed Europa, negli ultimi dieci anni, gli Informagiovani si sono notevolmente affermati, in coincidenza con lo sviluppo delle politiche giovanili. Loro obiettivo è fornire supporti informativi e di primo orientamento che consentano di compiere scelte opportune e consapevoli, rispetto al futuro. Nell'attuale società l'accesso alle informazioni e la capacità di analisi sono requisiti fondamentali per affrontare sfide ed opportunità, pertanto tutti i servizi informativi si sono sensibilizzati per attivare un lavoro comune e cooperativo per la loro diffusione, sottolineando che parlare di democrazia, diritti dell'uomo e libertà significa anche avere il diritto di disporre di informazioni complete ed obiettive. ago05-pag14
Da questi presupposti nasce, nel 2004, la Carta Europea dell'informazione per la gioventù che stabilisce le linee guida per tutti i servizi che erogano informazioni al fine di garantire parità di accesso, funzionalità e gratuità dei servizi, informazioni chiare, complete, aggiornate, fruibili ed obiettive. Fu la prima Conferenza Europea dei Ministri per la Gioventù tenutasi nel 1985, a sottolineare l'importanza di promuovere lo sviluppo di una rete europea dei centri d'informazione per la gioventù. Ne conseguì la nascita dell'Associazione europea per l'informazione e la consulenza dei giovani: ERYICA (European Youth Information and Counselling Association).
Eryica è un'agenzia Europea, non governativa, senza scopi di lucro, cui aderiscono tutti i coordinamenti nazionali degli Informagiovani. Il suo obiettivo è di promuovere la cooperazione europea in materia d'informazione, orientamento e consulenza per la gioventù.
ERYICA opera per lo sviluppo e la qualificazione dei centri Informagiovani, per la formazione professionale degli operatori, per la creazione di banche dati, di sistemi informativi e strumenti d'informazione comuni che favoriscano gli scambi e la mobilità dei giovani.
Per accedere ai Centri Informagiovani europei potete visitare i siti:

Oltre alla realizzazione della Carta e della Rete Europea degli Informagiovani, nella riunione di Copenaghen del novembre del 2002, i rappresentanti dei paesi dell'UE ribadirono la necessità di promuovere la cooperazione europea in materia di istruzione e di formazione professionale. L'obiettivo secondo la Commissaria europea per l'informazione e i mezzi di comunicazione Viviane Reding,"è di fare dell'Europa, entro il 2010, una società fondata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, raggiungibile attraverso sistemi d'istruzione e di formazione europei". La Commissione Europea intende evidenziare l'importanza dell'apprendimento, della cooperazione e della formazione permanente, promuovendo programmi di mobilità lavorativa e formativa per giovani, lavoratori, studenti, insegnanti e ricercatori, nei diversi paesi Membri.
Alcune delle iniziative più significative:

Volontari per le Olimpiadi del 2006 e per l'innovazione

A partire dal 31 luglio 2005, sarà ancora possibile iscriversi come volontari per le Olimpiadi del 2006 solo se si possiedono competenze specifiche soprattutto linguistiche. Dal 21 al 28 Ottobre, Torino ed alcune località della provincia ospiteranno "Porte aperte all'innovazione" un'occasione di informazione e comunicazione intorno all'innovazione tecnologica. E' richiesto il contributo operativo di un centinaio di volontari, che accompagneranno l'iter formativo degli studenti e collaboreranno all'organizzazione degli eventi. Per saperne di più visitate il sito: www.comune.torino.it/ragazzidel2006